rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Ischia

Terremoto Ischia, salvi i tre bimbi sepolti sotto le macerie

Bollettino medico: "Stanno bene. Solo Ciro ha riportato un piccolo problema ad un piede"

E' bastato un terremoto di magnitudo 4.0 alle ore 20.57 del 21 agosto, di probabile origine vulcanica, per mettere a nudo le fragilità di Ischia. Diverse abitazioni di Casamicciola si sono sbriciolate davanti agli occhi attoniti di residenti e turisti, che non hanno potuto fare altro che assistere alla tragedia.

La zona più colpita dal sisma è Casamicciola: sette palazzi sono crollati, due donne sono morte, 39 i feriti, di cui uno molto grave trasportato d'urgenza al Cardarelli. Corsa contro il tempo per salvare due fratellini sepolti sotto le macerie. Salvato dai soccorritori, dopo diverse ore sotto le macerie, un bimbo di 7 mesi, affidato alle cure delle madre incinta. Intorno alle 10.45 è stato estratto vivo anche Mattias. Salvato anche Ciro, l'11enne è stato trasportato al Rizzoli, dove sarà visitato: potrebbe aver riportato ferite agli organi interni, anche se non dovrebbe essere in pericolo di vita. Ad attenderlo la madre, incinta di 5 mesi, sulla sedia a rotelle. Ciro, rimasto sotto le macerie per 16 ore, è riuscito a spingere il fratello più piccolo sotto il letto a castello salvandogli la vita.

BOLLETTINO MEDICO DEL RIZZOLI - "42 accessi, una decina sono ancora in ospedale. Trasferito un paziente con frattura di bacino al Cardarelli, ma non è in pericolo di vita. I tre bambini usciti dalle macerie sono usciti miracolosamente sani. Saranno dimessi quanto prima. Uno di loro ha una piccola distorsione, Ciro, l'ultimo bimbo estratto dopo 16 ore sotto le macerie, ma niente di problematico. Il trauma è normale che avrà effetti successivamente, i bambini saranno seguiti. I fratellini si sono protetti tra loro. Anche la loro madre incinta sta bene. Il padre ha voluto lasciare l'ospedale nonostante una frattura alla mano, quando stavano per salvare il prrimo figlio estratto vivo. L'ospedale ha ulteriori ricoveri per pazienti che erano ancora in degenza", afferma il direttore sanitario dell'Asl Napoli nord dal Rizzoli.

LE IMMAGINI DEL SALVATAGGIO DI CIRO: ESTRATTO VIVO DOPO TANTE ORE

LE VITTIME - Le due donne che hanno perso la vita nei crolli sono Lina Balestrieri, deceduta a causa della caduta di calcinacci presso la Chiesa di Santa Maria del Suffraggio, e Marilena Romanini, maceratese di 65anni, che era in vacanza sull'isola e ospite presso l'abitazione di un'amica in via Serrato a Casamicciola.

FUGA - Turisti in fuga dall'isola, in più di mille hanno già abbandonato l'isola, grazie alle corse straordinarie organizzate da Caremar e Medmar nella notte. In tantissimi hanno preferito trascorrere la notte in strada, nelle automobili o nel campo di calcio Mazzella. Sull'isola è altissima stagione, sono oltre 250mila le persone presenti.

STATO DI EMERGENZA: "Con la dichiarazione dello stato di emergenza per il sisma di Ischia saranno disponibili tutti gli strumenti straordinari che potranno essere utilizzati dal Commissario che il Capo del Dipartimento della Protezione civile nominerà con ordinanza d'intesa con la Regione Campania". E' la nota della Protezione civile.

IL SALVATAGGIO DELLA BIMBA SEPOLTA SOTTO LE MACERIE: VIDEO

ABUSIVISMO - "Lo dico da anni. Con l’abusivismo non si scherza, altrimenti queste sono le conseguenze". Così Aldo De Chiara, ex procuratore aggiunto di Napoli fra il 2007 e il 2012 in un'intervista al Corriere della Sera. "Le costruzioni abusive sono una minaccia, soprattutto per chi le abita. In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito. E noi avevamo lanciato l’allarme sul rischio di crolli anche in caso di scosse non particolarmente forti. Purtroppo quello che denunciavamo è successo ieri sera".

SFOLLATI - Sono 2.000 gli sfollati a Casamicciola e 600 a Lacco Ameno, come rendo noto il capo del dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli, dopo l'incontro odierno con i sindaci dell'isola. Gli sfollati saranno accolti negli alberghi dell'isola e non ci dovrebbe essere bisogno di allestire campi speciali o tendopoli.

OSPEDALE - L'unico ospedale dell'isola, il Rizzoli di Lacco Ameno era stato sgombrato dopo l'individuazione di alcune crepe ma è stato riaperto nella notte, rimanendo comunque sempre operativo. Il direttore generale della Asl Napoli 2 Nord Antonio D'Amore. "Sono state chiuse delle stanze al secondo piano, ma solo in via precauzionale perché i tecnici comunali e aziendali mi hanno dato l'ok per il ripristino della struttura".

LA DEVASTAZIONE DEL TERREMOTO: VIDEO DALL'ELICOTTERO

OFFESE - Polemiche sui social network per le offese e gli insulti rivolti nei confronti delle persone colpite dal sisma.

CROCE - Il comune di Casamicciola è tristemente noto per un altro sisma che provocò 2313 vittime, il 28 luglio del 1883 su tutta l'isola. Casamicciola venne colpita più gravemente di tutte le altre frazioni dell'isola pagando con 1.784 vittime. Sotto le macerie rimasero uccisi anche tutti i membri della famiglia di Benedetto Croce e lo stesso filosofo, allora 17enne, venne salvato dalle macerie.

IL CROLLO DELLA CHIESA DI CASAMICCIOLA: VIDEO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Ischia, salvi i tre bimbi sepolti sotto le macerie

NapoliToday è in caricamento