rotate-mobile
Cronaca Pozzuoli

Torna a tremare la terra ai Campi Flegrei: tante le segnalazioni sui social

Due scosse, seppur di lieve entità, sono state registrate dall'Osservatorio Vesuviano

Torna a tremare la terra ai Campi Flegrei. Questa notte, infatti, due scosse - di bassa intensità - sono state registrate dall'Osservatorio Vesuviano: la prima alle ore 1.20 di magnitudo 1.0 (profondità 1.2 km); la seconda alle ore 1.42 di magnitudo 1.2 (profondità 1,8 km). Come detto le scosse sono state lievi, ma sono state comunque avvertite dai cittadini della zona che, sui social, hanno lasciato diverse segnalazioni.

Tuttavia, al momento non si registrano danni a persone o cose, con la Protezione civile e la Municipale che stanno monitorando costantemente la situazione. Per quanto riguarda l'epicentro, in particolare, gli episodi sono stati registrati sul lungomare tra il Rione Terra e località La Pietra. I due eventi sono stati preceduti e seguiti da scosse, sei in totale, sempre di bassa entità. 

Distribuita una guida sui rischi vulcanici

Intanto, il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia ha annunciato la distribuzione - a circa 30mila famiglie - di pieghevoli informativi a cura della Protezione civile anche sul rischio vulcanico. "E' partita la distribuzione di due pieghevoli informativi di protezione civile ai circa 30 mila nuclei familiari di Pozzuoli. Nella busta, che verrà consegnata casa per casa o lasciata nelle singole cassette postali, i cittadini troveranno, oltre alle informazioni necessarie sui rischi territoriali in generale e nello specifico sul rischio vulcanico, anche l'elenco delle aree di attesa presenti sul territorio comunale.

La nostra intenzione è di condividere in modo semplice e chiaro gli elementi di base del Piano di emergenza Comunale, con l’indicazione dei comportamenti che i cittadini sono chiamati a tenere nei diversi tipi di emergenza per una ottimale salvaguardia della loro sicurezza. Noi riteniamo che la conoscenza cammini di pari passo con la prevenzione. Un cittadino consapevole dei rischi e preparato a comportarsi in modo adeguato nei momenti di emergenza, sarà anche in grado di vigilare, avvisare, chiedere aiuto e di collaborare con i soccorritori.

Nessun piano di protezione civile può infatti funzionare senza la partecipazione attiva dei cittadini. I due pieghevoli costituiscono uno strumento di vitale importanza per contribuire a formare una moderna cultura di protezione civile e per aiutare la cittadinanza a saper fronteggiare, in coordinamento con le istituzioni, le diverse situazioni critiche. Il buon senso impone ad ognuno di noi di leggerli con attenzione e di promuoverne la conoscenza all’interno della famiglia e nella società".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna a tremare la terra ai Campi Flegrei: tante le segnalazioni sui social

NapoliToday è in caricamento