Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Circumvallazione Esterna

Terra dei Fuochi, nessuna tregua: roghi tossici squarciano alba e tramonto

Ennesimo rogo di rifiuti pericolosi nel giuglianese, a ridosso della Circumvallazione Esterna. Fumo denso e scuro, aria irrespirabile: veleni trasportati per km

Rogo tossico Giugliano @V.Graniero/NapoliToday

Non passa giorno a nord di Napoli, senza che una nube scura e tossica appesti l'aria e oscuri l'orizzonte, squarciando alba e tramondo.

Anche ieri, 22 agosto 2013, ci siamo imbattuti nell'ennesimo rogo di rifiuti pericolosi nelle campagne del giuglianese, a ridosso della Circumvallazione Esterna e dell'asse mediano.

E' la strada dei grandi centri commerciali e che porta al mare. Le due mete preferite dell'estate napoletana, dove trovare un po' di fresco e rilassarsi o fare acquisti. Ma non c'è tregua per chi brucia e per chi sversa pericolosi scarti industriali illegalmente. E per questo non c'è tregua nemmeno per i cittadini. Il veleno si diffonde, l'aria diventa acre, irrespirabile, la gola brucia. E intanto cresce il tasso di morti per tumore e il futuro si prospetta terrificante.

Un'ecatombe già in corso, come spiegava pochi giorni fa Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano in prima linea con i comitati contro i roghi tossici.

Rivomincia l'inferno quotidiano della Terra dei fuochi, la terra dei veleni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei Fuochi, nessuna tregua: roghi tossici squarciano alba e tramonto

NapoliToday è in caricamento