menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mobilitazione Generale contro i roghi tossici

Mobilitazione Generale contro i roghi tossici

Napoli in piazza contro i roghi tossici: sabato mobilitazione generale

Appuntamento il 26 ottobre per un corteo che partirà da Piazza Dante alle 16. Attesi oltre 40 bus dalle province di Napoli, Caserta e Salerno. I promotori: "Saremo in centomila"

Tutto pronto per la mobilitazione contro i roghi tossici prevista per questo sabato, 26 ottobre a Napoli.

Il corteo, promosso dai gestori del sito di denuncia "La Terra dei Fuochi" (che contiene anche una mappatura dei luoghi più colpiti dal fenomeno criminale dei roghi di rifiuti pericolosi), partirà da Piazza Dante alle 16.

Dalle province di Napoli, Salerno e Caserta partiranno oltre 40 pullman. Il tutto è stato autofinanziato, organizzato, diffuso e pubblicizzato (con un tam tam sulla rete che ha portato ad un volantinaggio volontario in strada) da "liberi cittadini, senza alcun partito politico" specificano i promotori dell'iniziativa che sottolineano anche la richiesta fatta a tutti i partecipanti di non portare nessun tipo di simbolo o bandiera.

Prenderanno parte alla mobilitazione, mentre in queste ore ne sostengono la campagna di diffusione, anche personaggi noti come i conduttori di "Made in Sud" Gigi e Ross, il jazzista Antonio Onorato, l'attore Luca Riemma, la show girl Caterina Balivo, l'attore comico Paolo Caiazzo, il rapper Clementino, l'attrice Antonella Stefanucci, lo scrittore Pino Imperatore e molti altri.

"Saremo centomila a chiedere pacificamente lo stop ai roghi tossici che avvelenano le province di Napoli e Caserta" promettono gli organizzatori e spiegano: ""Stop ai roghi tossici": mobilitazione generale il 26 ottobre
„""
Abbiamo un sogno. Portare nelle strade del capoluogo di questa regione una delle più grandi manifestazioni che la storia ricordi. Una grande Mobilitazione Generale di persone perbene. Un corteo. Non di silenzio. Non di lutto. Ma di ribellione civile e di grande indignazione. Mobilitiamo la società. Chiamiamo tutti a raccolta. Soprattutto la parte più giovane e viva di questa regione. Gli studenti. Scuole di ogni ordine e grado di Napoli, Caserta e delle altre province. Studenti. Insegnanti. Volontari. Tutti. Ci stanno avvelenando da troppi anni. Basta".

Sempre in città, seguirà anche un altro appuntamento di grande mobilitazione contro la devastazione ambientale in programma per il 16 novembre (Partenza da Piazza Borsa alle 14.30). L'evento, denominato #fiumeinpiena, è promosso da una rete di comitati, associazioni e realtà territoriali (laiche e cattoliche) che in questi anni si sono battuti per la tutela del territorio.

Potrebbe interessarti: https://www.napolitoday.it/cronaca/terra-dei-fuochi-mobilitazione-generale-26-ottobre-2013.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/NapoliToday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento