Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Terra dei Fuochi, Costa a Salvini: "Sono rifiuti criminali. Serve la polizia non gli inceneritori"

"Non sono rifiuti che potranno andare nei termovalorizzatori", spiega il ministro dell'Ambiente a Matteo Salvini che è tornato a parlare di inceneritori necessari al sud

"I roghi nella Terra dei Fuochi riguardano i rifiuti speciali o speciali pericolosi che, prima di diventare roghi tossici, vengono abbandonati da criminali. Non sono rifiuti che potranno andare nei termovalorizzatori, è chiaro, perchè sono prodotti illegalmente e non hanno una filiera chiara di tracciabilità". Parla così il ministro dell'Ambiente Sergio Costa dal Campus Antimafia estivo promosso dalla cooperativa (R)esistere, in risposta a Matteo Salvini che ieri era tornato a parlare di termovalorizzatori necessari al sud.

 "Veramente qualcuno pensa che questi rifiuti possano andare in un inceneritore? Parliamo di criminalità organizzata. Servono forze di polizia che arrestano i criminali. Per i rifiuti ordinari si segue una filiera, quella dell'aumento della raccolta differenziata. Per il mondo dei rifiuti criminali non si segue certo il percorso dei rifiuti ordinari", conclude.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei Fuochi, Costa a Salvini: "Sono rifiuti criminali. Serve la polizia non gli inceneritori"

NapoliToday è in caricamento