rotate-mobile
L'operazione

Terra dei fuochi, l'Esercito mette in campo l'“Operazione primavera”

Raffica di sequestri nelle province di Napoli e Caserta

Nuova azione dello Stato nella 'Terra dei fuochi'. L'Esercito Italiano e Forze dell’Ordine, nell'ambito dell''Operazione Primavera' sulla base della programmazione della Cabina di Regia presieduta dall’Incaricato Filippo Romano, sotto il coordinamento delle prefetture di Napoli e Caserta, hanno controllato nel corso di tutta la settimana decine di attività commerciali, con un imponente dispiegamento di personale e mezzi, anticipato dalla ricerca e sorveglianza del territorio dagli Aeromobili a Pilotaggio Remoto e pattuglie a terra dell’Esercito oltre che dai droni dei Vigili del Fuoco. Lunedì 15 maggio a Castel Volturno, in provincia di Caserta, una pattuglia dell'Esercito ha fermato un veicolo intento a trasportare rifiuti di scarto plastico e legnoso senza il formulario di identificazione di rifiut. Attivata la pattuglia di Carabinieri Forestali di Castel Volturno, gli agenti hanno sanzionato il conducente con una multa di circa 26mila euro. Martedì 16 maggio il Raggruppamento 'Campania' dell’Esercito Italiano, a guida Primo Reggimento Bersaglieri, insieme alla Polizia municipale nucleo ambientale, ha operato nel Comune di Napoli con ordinanza della Questura. Tre persone sono state identificate e sanzionate con multe per un totale di 52.000 euro e inoltre è stata sequestrata l’area, di circa 150 mq.

 Mercoledì 17 maggio, con i carabinieri a Cesa i militari hanno ritrovato un sito di sversamento abusivo presso una proprietà privata, il proprietario è stato sanzionato e denunciato, l’area di circa 600 mq è stata sequestrata, inoltre è stata scattata una sanzione di circa 26 mila euro. Nello stesso giorno il Raggruppamento 'Campania' dell’Esercito Italiano insieme a Guardia Di Finanza, carabinieri Forestali, polizia di Stato, polizia municipale di Cicciano, polizia metropolitana di Napoli, Icqrf, ha operato con ordinanza della Questura di Napoli, a Cimitile ed a Cicciano. Qui sono state controllate 3 attività commerciali, 6 persone sono state identificate, 2 persone sono state denunciate e 1 persona è stata sanzionata, per reati ambientali con multe per un totale di oltre 260 mila Euro, è stata posta sotto sequestro un area di circa 600 mq ed inoltre venivano sequestrati circa 10 mc di rifiuti. Giovedì 18 maggio il Raggruppamento 'Campania' dell’Esercito Italiano, a guida Primo Reggimento Bersaglieri, insieme alle Forze di polizia territoriali, con ordinanza della Questura di Caserta, a Villa di Briano, Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa, ha controllato 4 attività commerciali e sequestrato 1000 mq di aree di sversamento, 4 persone sono state identificate, 1 persona è stata denunciata e sanzionata, 3 persone sono state sanzionate con multe per oltre 225 mila Euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei fuochi, l'Esercito mette in campo l'“Operazione primavera”

NapoliToday è in caricamento