menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mobilitazione a Giugliano contro avvelenamento ambientale @V.Graniero/NapoliToday

Mobilitazione a Giugliano contro avvelenamento ambientale @V.Graniero/NapoliToday

Terra dei Fuochi e dei Veleni: il 4 ottobre in 'Marcia per la Vita'

Partenza alle 17 da Orta di Atella per arrivare al santuario della Madonna di Campiglione a Caivano. Don Patriciello: "Partecipiamo tutti. Insieme per il riscatto della nostra terra. Per il futuro dei nostri figli"

Continua la mobilitazione nella Terra dei Fuochi e dei Veleni. Da Napoli a Caserta l'indignazione e la rabbia non sono più contenibili e a migliaia le persone scendono in piazza, non si fermano, continuano a protestare. Chiedono che vengano finalmente fuori verità e responsabilità, perentori dicono 'basta' all'avvelenamento procurato da roghi di rifiuti pericolosi e sversamenti criminali di scarti industriali (anche interrati sotto campi caltivati), chiedono bonifiche, ma che siano svolte con trasparenza sotto il controllo popolare, vogliono che finalmente si percorra la strada del 'ciclo virtuoso dei rifiuti' e chiedono lo stop di tutti gli impianti inquinanti come l'inceneritore che dovrà essere costruito a Giugliano per bruciare milioni di tonnellate di ecoballe.

Una mobilitazione che ha visto quasi ventimila persone in strada nei giorni di venerdì e sabato (27 e 28 settembre) a Giugliano e Casal di Principe.

Il 4 ottobre si torna a manifestare con una lunga 'Marcia per la Vita' che partirà da Orta di Atella e terminerà a Caivano.

"E adesso non perdiamo tempo - è l'appello di Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano in prima linea contro l'avvelenamento del territorio tra Napoli e Caserta -. Prepariamoci nel migliore dei modi per la “ MARCIA PER LA VITA” del 4 ottobre. Dobbiamo esserci tutti, dietro la croce e al nostro vescovo SPINILLO. Partiremo da Orta di Atella alle ore 17.00. Attraverseremo la provinciale Caivano – Aversa e arriveremo al santuario della Madonna di Campiglione in Caivano. Occorre preparare gli striscioni da portare e quelli da sistemare lungo la via. Diamoci da fare tutti. Passate la notizia ai comitati del vari paesi. Portate i bambini. Si possono portare le foto dei propri cari morti di cancro o di leucemia. Protestiamo. Preghiamo. Ci teniamo compagnia. Ci diamo coraggio. Insieme. Nessuna pigrizia. Nessuna negligenza. Nessun menefreghismo. Insieme per il riscatto della nostra terra. Per il futuro dei nostri figli".

Il successivo appuntamento già fissato è invece in programma per l'8 ottobre, giorno in cui il Comitato No Inceneritore di Giugliano promuove una grande manifestazione a carattere regionale con un corteo, un'altra lunga marcia, che partirà dalla Stazione di Aversa per sciogliersi a Giugliano, in Piazza Annunziata. Il comitato ricorda che la stazione ferroviaria di Aversa è facilmente raggiungibile anche in metropolitana, poiché collegata alla linea metropolitana di Scampia (quindi la linea 1 di Napoli), Mugnano e Giugliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento