menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rogo tossico @V. Graniero/ NapoliToday

Rogo tossico @V. Graniero/ NapoliToday

Terra dei Fuochi: appello alla scuola e al mondo della cultura

Il Coordinamento Comitati Fuochi si rivolge "agli uomini di scuola" affinché tra gli obiettivi primari dell'azione didattica ci sia il problema della vivibilità e dello sviluppo sostenibile

Il Coordinamento Comitati Fuochi si rivolge "agli uomini di scuola" affinché tra gli obiettivi primari dell’azione didattica ci sia il problema della vivibilità e dello sviluppo sostenibile.

"All’inizio dell’anno scolastico - si legge nell'appello del Comitato -, nel momento in cui le scuole sono impegnate ad elaborare il Piano dell’Offerta Formativa, facciamo appello alla sensibilità e al senso civico di tutti gli operatori scolastici, affinché le scuole del nostro territorio pongano, tra gli obiettivi primari dell’azione didattica, il problema della vivibilità e dello sviluppo sostenibile.
Il senso del nostro appello nasce dalla constatazione della situazione drammatica, che stiamo vivendo in un territorio devastato da anni da continui sversamenti di rifiuti tossici e di materiali inquinanti, che hanno provocato, negli ultimi decenni, un disastro ambientale di dimensioni enormi, deturpando una delle terre più fertili e “felici” del mondo e provocando effetti devastanti nelle persone".

"L’inaudita aggressione alla vita umana è ormai sentita dall’intera comunità - proseguono gli attivisti -, provocando angoscia e sofferenza tra la gente del nostro territorio, che sta sperimentando l’inerzia colpevole e il lungo silenzio delle istituzioni. Ma alcune voci coraggiose sono riuscite a rompere questo silenzio, coinvolgendo persone di buona volontà, che oggi offrono, in numero crescente, tempo e competenze per uscire insieme dal tunnel.
Alcuni dati e documenti provenienti da scienziati, da operatori sanitari e da associazioni attive nel territorio, sono sufficienti per denunciare una situazione drammatica, la cui portata ancora non è stata adeguatamente recepita dall’intera popolazione; sono tuttavia significativi per costituire un punto di partenza e di approfondimento da parte di chi voglia offrire un contributo di studio e di impegno civile .
Il numero elevatissimo delle persone colpite dal tumore nelle nostre zone, in una proporzione molto superiore alla media nazionale, è un dato sicuramente allarmante".

"Poiché ci sentiamo responsabili del disastro in atto nei confronti delle giovani generazioni, riteniamo che la prima forma di coinvolgimento debba venire dal mondo della cultura: è per questo motivo che rivolgiamo il nostro appello prioritariamente al mondo della scuola , luogo per eccellenza di produzione e di elaborazione di cultura" spiega il Comitato.

"Studi, ricerche, progetti, possono essere inseriti nell’ambito dell’insegnamento di “Cittadinanza e Costituzione”, un tipo di educazione definito “traversale” perché va collocato all’interno di ogni materia e perché offre spazi adatti per la trattazione delle tematiche sociali, culturali, scientifiche specifiche che riguardano la vivibilità, la legalità, la difesa della salute dei cittadini e della nostra terra.
In ciò è auspicabile il coinvolgimento di tutte le forze sociali, culturali e religiose presenti nel territorio: con queste è possibile istituire “protocolli d’intesa” , reti o comunque forme di collaborazione, favoriti anche dagli spazi di flessibilità e di autonomia di cui le scuole possono usufruire.
Uno degli scopi di questo appello è quello di creare nuove forme di sensibilizzazione e di intervento, dando unitarietà ad iniziative che, grazie ad opportune modalità di coordinamento, senz’altro potranno avere la forza di coinvolgimento, di socializzazione dei risultati di interventi mirati, fondamentali per rendere il nostro territorio più umano e più vivibile.
Riteniamo auspicabile definire, in tempi brevi, un incontro con tutte le Istituzioni, associazioni, enti interessati, un momento d’incontro per la scelta di linee d’azione comuni.
Per questi motivi, il “Coordinamento Comitati Fuochi” sta mettendo a disposizione delle scuole, che ne facciano richiesta, la propria esperienza e le proprie competenze per facilitare l’avvio di iniziative e di attività mirate o anche a semplice supporto delle attività ordinarie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Salute

Al Policlinico Federico II visite ed esami gratuiti per le donne

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento