Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Villaricca

Legata al letto e uccisa di botte: fermato il presunto assassino della 90enne di Villaricca

Si tratterebbe di un 21enne moldavo, identificato dalla Polizia di Caserta. Lavorava in un bar di Sessa Aurunca. Le impronte digitali corrisponderebbero a quelle lasciate dall'assassino in casa della novantenne Teresa Castellone

Era stata legata al letto e picchiata, ed era morta in seguito alle lesioni. Parliamo di Teresa Castellone, detta Sisina, 90enne di Villaricca barbaramente uccisa nello scorso novembre, per una rapina finita in tragedia. A scoprire il cadavere era stato il genero, preoccupato dal fatto che l'anziana non rispondesse al telefono: l'aveva trovata ancora imbavagliata al letto. Sisina era una brava donna, disponibile con tutti, dissero all'epoca i vicini: in casa non furono rinvenuti segni d'effrazione. Probabilmente Teresa Castellone s'era fidata del suo assassino e l'aveva lasciato entrare. A distanza di quasi nove mesi, il caso sembra avviarsi verso la soluzione. 

La Polizia di Stato di Caserta ha infatti fermato un 21enne cittadino moldavo, irregolare sul territorio dello Stato: l'uomo, stando a quanto si apprende, è fortemente indiziato di essere l'assassino di Teresa Castellone. Il 21enne è stato individuato dai poliziotti in un bar di Sessa Aurunca, dove lavorava. Dopo aver invano tentato la fuga, in commissariato gli agenti hanno acquisito le impronte digitali e la "piena e univoca" corrispondenza tra le impronte del fermato e quelle rilevate sulla scena del crimine a Villaricca lasciano spazio a pochi dubbi. Il fermo di Polizia è stato convalidato dal Gip di Santa Maria Capua Vetere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legata al letto e uccisa di botte: fermato il presunto assassino della 90enne di Villaricca
NapoliToday è in caricamento