menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La targa in ricordo di Teresa Buonocore (foto Tm News/Infophoto)

La targa in ricordo di Teresa Buonocore (foto Tm News/Infophoto)

Omicidio Buonocore, il ricordo. Una corona di fiori al Ponte dei Francesi

La donna di Portici fu uccisa un anno fa per aver denunciato l'uomo che aveva abusato della figlia. La sorella Pina: "Si è battuta per la giustizia pagando con la vita"

Erano in molti ieri a ricordare Teresa Buonocore uccisa un anno fa dopo aver denunciato l'uomo che aveva abusato della figlia. Una corona di fiori è stata deposta al Ponte dei Francesi, ma non solo. Una lunga commemorazione quella organizzata dalla Fondazione Polis. "Teresa ha compiuto un grande atto d'amore - ha affermato don Luigi Ciotti, presidente di Libera - ha testimoniato la normalità del bene e del coraggio, risvegliando le nostre coscienze. Lei si è battuta per la democrazia - ha sottolineato - pagando con la vita".

A ricordare la donna anche l'assessore regionale ai Rapporti con le Autonomie locali Pasquale Sommese. "La commemorarla non è un atto formale, ma sostanziale. Teresa ha pagato un doppio prezzo di donna e madre. Dobbiamo anche agire a supporto di tante iniziative anche attraverso l'uso dei beni confiscati alla camorra".

La sorella della vittima, Pina, insieme alle due figlie di Teresa, Alessandra e Michelle, vivono a Salerno in un appartamento confiscato alla camorra e assegnato loro dal Comune. Il sindaco di Portici, Enzo Cuomo, presidente di Anci Campania, ha evidenziato la necessità di una legislazione certa per i parenti delle vittime innocenti che "deve diventare una buona pratica di ogni amministrazione".

Teresa Buonocore, ricordiamo, si costituì parte civile contro l'uomo che aveva abusato della figlia, ma ricevette rifiuti da alcuni avvocati e a ricordare questa circostanza è stata Elena Coccia, vicepresidente del Consiglio comunale di Napoli, che invece accettò il compito. "Di lei ricordo gli occhi e la solitudine che stava vivendo, fatta eccezione per la solidarietà mostrata dal Comune di Portici". Coccia ha inoltre fatto sapere di aver fatto richiesta al Comune di Napoli per realizzare una casa che sia punto d'incontro per le donne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento