Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Madre tenta di lanciarsi nel vuoto, vigile del fuoco la salva: "Il figlio mi ha ringraziato commosso"

 

Enzo è un caposquadra dei vigili del fuoco. In tanti anni di servizio ha compiuto centinaia di interventi. Molti ad alto rischio. Tra tutte le cose che ha visto - fiamme, voragini, crolli - racconta a NapoliToday che ricorderà per sempre il dodicenne che cercava di stringerlo, piangendo e con entrambe le braccia ingessate, mentre lo ringraziava per aver salvato la sua mamma.

Per il 12enne, domenica, doveva essere un giorno di festa: finalmente stavano per dimetterlo e sarebbe tornato a casa. Invece ha rischiato di perdere sua madre. L'ha vista salire all'improvviso sul davanzale della finestra della sua camera, al quarto piano del Santobono, pronta a lanciarsi nel vuoto.

Minuti interminabili di paura: la donna non lasciava avvicinare nessuno: né medici, né infermieri né i poliziotti del drappello. Enzo ci racconta come sono andate le cose: prima dell'inevitabile decide per un'azione di forza con l'aiuto del collega e di un infermiere del 118 che tra i presenti era il più vicino alla finestra. Sono momenti concitati. La donna si dimena. L'infermiere perde la presa. Enzo e il collega non mollano e riescono a trattenere la donna (tra l'altro riportando ecchimosi e contusioni alle braccia) e finalmente a metterla in sicurezza. È a quel punto che il 12enne, che ha assistito a tutta la scena, corre ad abbracciare Enzo.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento