Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Diede fuoco alla ex moglie: condannato a 18 anni di carcere

La donna aveva riportato gravissime ustioni, oltre a rischiare di morire

E' stato condannato a diciotto anni di reclusione Ciro Russo, l'uomo che lo scorso anno tentò di uccidere l'ex moglie dandole fuoco. La procura aveva chiesto 20 anni.

Russo, evaso dai domiciliari che stava scontando a casa dei genitori a Ercolano, arrivò a Reggio Calabria dove, in via Frangipane, aveva prima speronato l'auto dell'ex moglie Antonietta Rositani, per poi darle fuoco impiegando una tanica di benzina. La donna aveva riportato gravissime ustioni, oltre a rischiare di morire. Russo venne poi arrestato il giorno successivo.

Condanna

 Annie Russo, la figlia della coppia ha così commentato la condanna inflitta al padre. "Ha rovinato la mia famiglia e ha rovinato mia madre. Ci ha lasciato una crepa nel cuore con la quale dovremmo convivere per sempre".

"L'uomo che ha dato fuoco a Maria Antonietta Rositani, sopravvissuta grazie alla sua forza d'animo e alle cure dei medici, finalmente è stato condannato a 18 anni di carcere. Ora Maria Antonietta e i suoi figli possono tornare a vivere senza provare un continuo terrore. Nessuno di loro, e nessuno di noi, potrà mai dimenticare l'accaduto, ma il mio augurio è che possano ritrovare un po' di serenità", ha commentato Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputata di Forza Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diede fuoco alla ex moglie: condannato a 18 anni di carcere

NapoliToday è in caricamento