menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arenaccia, la Polizia sventa un colpo della 'banda del buco'

All'atto dell'irruzione degli agenti della sezione Volanti dell'U.P.G. all'interno ai locali di un istituto di credito in via Cavallotti, tre componenti della banda sono riusciti a fuggire attraverso la rete fognaria

Gli agenti della sezione Volanti dell’U.P.G. hanno sventato un colpo ai danni di un istituto di credito nel cuore del quartiere Arenaccia.

All’atto dell’irruzione degli agenti all’interno dei locali della banca in via Cavallotti, tre componenti della “banda del buco” sono riusciti a fuggire attraverso la rete fognaria.

I poliziotti, su comunicazione della sala operativa, a seguito di segnalazione di persone all’interno dell’istituto di credito, sono tempestivamente giunti sul posto.

L’allarme, scattato dalla Centrale di Sicurezza di Roma all’istituto privato preposto alla vigilanza, ritraeva chiaramente tre individui, indossanti tute bianche, che si aggiravano nei locali della banca.

L’istituto di vigilanza, attraverso il numero di emergenza 113, ha subito allertato la Polizia di Stato che, in pochi minuti è giunta sul posto. L’arrivo dei poliziotti, però, ha messo in fuga i malviventi attraverso la rete fognaria.

Gli agenti hanno accertato che, all’interno dei locali adibiti ad ufficio per la gestione della clientela, era stato praticato un foro nella parete mentre, nella stanza attigua adibita a deposito, era stato praticato un ulteriore foro nel pavimento, dal quale si scorgeva chiaramente una scala che conduceva in una cabina dell’ENEL.

I poliziotti si sono calati all’interno della cabina, rinvenendo e sequestrando vari borsoni contenenti attrezzi atti allo scasso.

Da un'ispezione, inoltre, veniva individuato un cunicolo, ricavato in una parete posta all’altezza della strada, dal quale in origine passavano i cavi elettrici. Quel passaggio per i cavi, infatti, era stato ampliato al fine di dare accesso alla rete fognaria.

A poca distanza della citata cabina, attraverso tale passaggio, si accedeva ad un tombino che dava sulla strada e che era stato bloccato dall’interno con un artefatto metallico. Sul posto è giunto anche personale della Squadra fognaria del Comune.

Nel corso dell’intervento, gli agenti hanno accertato che lo sportello automatico  ATM, custodito all’interno dell’istituto di credito, verosimilmente, era stato danneggiato da una fiamma ossidrica. Nei pressi, venivano rinvenuti e sequestrati un kit completo di fiamma ossidrica ed un palo in ferro.

Sequestrati ben 7 borsoni contenenti, due radio ricetrasmittenti, guanti, cappelli in lana, scalpelli, pali in ferro, punte di trapano, martelli e numerosi altri arnesi, oltre a due flex ed un kit di fiamma ossidrica. I locali sono stati poi affidati alle guardie giurate preposte alla vigilanza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento