Tentata estorsione ai danni di una gioielliere, fermati due minorenni

Il reato è stato consumato nel Borgo Orefici

Nella mattinata di ieri, il personale della Squadra Mobile di Napoli e del Servizio Centrale Operativo, ha dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare del collocamento in comunità, emessa dal G.I.P. del Tribunale per i Minorenni di Napoli, nei confronti di due minori resisi responsabili di tentata estorsione in concorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I gravi indizi nei confronti dei due indagati sono stati acquisiti nell’ambito delle indagini avviate da investigatori della locale Squadra Mobile e del predetto Servizio in seguito allo sviluppo delle attività di analisi sul fenomeno delle bande giovanili violente, in particolare in seguito al monitoraggio di un gruppo operante nel centro storico di Napoli, dedito alla commissione di attività illecite. Le investigazioni hanno documentato in particolare concreti elementi di prova su due minorenni ritenuti responsabili di una tentata estorsione ai danni di una gioielleria del Borgo Orefici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

Torna su
NapoliToday è in caricamento