Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Scarsa tecnologia negli atenei, e gli studenti napoletani sono insoddisfatti

I dati resi noti dalla ricerca 'I cambiamenti in atto nel mondo universitario italiano' condotta da Future Concept Lab per conto di Samsung, a supporto del progetto Samsung Young Design Award

Federico II

 Il 78% degli studenti napoletani non é pienamente soddisfatto della dotazione tecnologica messa a disposizione dagli atenei, il 55% lamenta la carenza di pc a proprio uso, il 52% la scarsità di accesso a lezioni in streaming.

Sono alcuni dei dati resi noti dalla ricerca 'I cambiamenti in atto nel mondo universitario italiano', condotta da Future Concept Lab per conto di Samsung, a supporto del progetto Samsung Young Design Award, sulla presenza della tecnologia nelle università italiane. Lo studio ha preso in esame anche gli spazi all'interno delle università.

Più della metà degli studenti italiani li considera simili a quelli di un ufficio (54%), mentre Napoli è la città dove è più alta la percentuale di ragazzi che considera l'ateneo una casa dove stare a lungo anche dopo le lezioni (31% contro il 2% a Milano, 13% a Bologna, 18% a Roma e 28% a Palermo). Solo il 22% del totale degli studenti napoletani - rende noto la ricerca - definisce gli spazi universitari come luoghi capaci di stimolare la creatività e la condivisione. I luoghi maggiormente utilizzati dagli studenti al di fuori delle ore di lezione risultano essere la biblioteca (44% degli intervistati) e le aule studio (per il 36,5% del totale) mentre a Napoli la vita universitaria si svolge, oltre che in biblioteca (22%) anche nei corridoi (20% contro il 5% Milano, 5% Bologna, 11% Roma e 6% Palermo).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarsa tecnologia negli atenei, e gli studenti napoletani sono insoddisfatti

NapoliToday è in caricamento