Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Avvocata / Via Conte di Ruvo

Teatro, al via la nuova stagione del Bellini: 25 anni di spettacoli

Si parte con Luca de Filippo che interpreterà 'La grande magia' del padre. Il direttore Daniele Russo: "La scorsa stagione la risposta del pubblico è stata ottima"

Si aprirà il 25 ottobre con la 'La grande magia' di Eduardo de Filippo interpretata da Luca de Filippo, in vista del trentennale della scomparsa del grande drammaturgo, la 25/a stagione del Teatro Bellini di Napoli, unico teatro stabile privato che festeggia le nozze d'argento con i suoi abbonati presentando un cartellone vario di 16 titoli tra classici e sperimentazioni, danza e musica, con artisti che vanno da Paolo Rossi a Franco Branciaroli, dai Mummenschanz, i musicisti del silenzio, a Nino D'Angelo.

Secondo spettacolo dal 5 al 10 novembre sarà 'L'amore è un cane blu - La conquista dell'est' di Paolo Rossi, seguito dal 12 al 17 novembre dalla tappa del tour internazionale degli svizzeri Mummenschanz, da Franco Branciaroli nel 'Servo di scena' di Harwood (19-24 novembre) e dal 'Don Giovanni' diretto e interpretato da Filippo Timi (29 novembre-8 dicembre). Chiude il 2013 'Ricorda con rabbia' di Osborne con Stefania Rocca (10-15 dicembre) e il Balletto di Mosca con lo 'Schiaccianoci' (20-22 dicembre), mentre dal giorno di Natale fino al 12 gennaio atteso il nuovo spettacolo di Nino D'Angelo.

A gennaio, Sergio Rubini, Michele Placido e Piergiorgio Bellocchio saranno i protagonisti di 'Zio Vanja' di Cechov per la regia di Marco Bellocchio (14-19), mentre ritorna dal 29 gennaio al 3 febbraio 'Dignita' autonome di prostituzioné di Luciano Melchionna. Antonio Latella firma 'Il servitore di due padroni' di Goldoni, in scena dal 18 al 23 febbraio, seguito da 'Improvvisamente l'estate scorsà di Tennessee Williams per la regia di Elio de Capitani (28 febbraio-2 marzo). L'esordio letterario di Nicolai Lilin, divenuto un film di Salvatores, 'Educazione Siberiana', sarà in scena dal 4 all'8 marzo: lo firmano i napoletani Giuseppe Miale, regista, Francesco Di Leva e Adriano Pantaleo. Il 14 marzo arriva Slavàs Snowshow, compagnia russa che fonde teatro visivo e arte dei clown. Chiude una nuova scommessa: l'Arancia Meccanica di Burgess regia di Gabriele Russo (1-13 aprile). Fuori abbonamento 'danza macabra' 'Rezza/Mestrella' (12-16 febbraio).

"La scorsa stagione la risposta del pubblico è stata ottima - ha detto il direttore generale del 'Bellini' Daniele Russo - vorrei però ricordare che la crisi c'è per tutti e che in termini di sostegno economico occorre sia rispettata la legge regionale n. 6 sulla cultura e il grande lavoro dei teatri privati". Anche quest'anno Cariparma Credit Agricole ha rinnovato il sostegno al Bellini. L'istituto di credito, da sempre impegnato della diffusione dell'arte e della cultura, ha ritrovato ancora una volta nella programmazione del Teatro Bellini i caratteri di unicitià e di eccellenza che lo avevano spinto già in passato a confermare il prorpio interesse. Massima risalto anche alla Sala Piccolo Bellini - 120 posti - con un grande protagonista del teatro italiano: Pippo del Bono.

L'ACCADEMIA - Nuovo triennio di studi per l'accademia d’arte drammatica del Teatro Bellini. Le prossime aufdizioni si terranno nel mese di ottobre. L’accademia è nata nel 1990 per volontà del maestro Tato Russo per la la formazione di attori in grado d’inserirsi con padronanza e specificità sulla scena professionale.  Con lezioni mirate, un tirocinio intenso ed articolato, e con esperienze di scena fin dal secondo anno in seno ad alcune produzioni del Teatro Bellini (per le scuole e per un pubblico normale), gli aspiranti attori sono chiamati alla frequenza triennale dei corsi di che trattasi. Per accedere all’accademia, gli allievi, che non possono essere in numero superiore a 21 per triennio, devono superare una prova selettiva, che comprende: la dizione di un brano poetico; la recitazione di una scena dialogata, una prova di canto e ballo; un monologo.

Le materie d’insegnamento sono: recitazione (l’essere attore e tecniche attoriche nei diversi specifici e teorie d’interpretazione); logopedia e dizione; storia del teatro (dalle origini all’Avanguardia, al Cabaret, ai teatri orientali); canto, musica ed educazione del corpo; elementi di regia: teatro, cinema e televisione; strumenti della scenografia e del costume; elementi normativi nel campo dello spettacolo.La retta annuale è gratuita per gli allievi prescelti che godranno di borsa di studio per merito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro, al via la nuova stagione del Bellini: 25 anni di spettacoli

NapoliToday è in caricamento