rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Mercato / Piazza Garibaldi

Dieci euro per 900 metri di corsa in taxi: "Costo assurdo, la prossima volta a piedi”

Monica, avellinese di origine, ha raccontato a NapoliToday la disavventura capitatale a piazza Garibaldi tra tassametri a cui applicare sovrapprezzi apparentemente ingiustificati e costi esorbitanti

Le tariffe dei taxi napoletani non sono sempre limpidissime e a volte si creano degli equivoci per carenza di informazioni adeguate nei confronti dei passeggeri oppure perché può capitare di incontrare il “furbo” della situazione che tenta di arrotondare il costo della corsa.

Ecco la disavventura capitata a Monica, avellinese di origine, ma stabilmente residente a Napoli da diversi anni, che ha voluto raccontare a NapoliToday.

“Domenica 8 dicembre erano circa le 21.30 quando ho preso il taxi da piazza Garibaldi. L'autista, una donna, ha caricato il bagaglio e siamo partiti con destinazione via Cesare Rossaroll. Una volta arrivati il tassametro segnava 7.35 euro che con 0.50 del bagaglio non avrebbe dovuto superare la somma di 8 euro (sempre se la matematica non è un'opinione). Invece la tassista si è fatta pagare 10 euro e mi ha detto che le nuove direttive comunali prevedono nei giorni festivi dei sovrapprezzi da sommare al tassametro. La cosa mi sembra molto strana e vorrei che qualcuno mi chiarisse la questione. Oltre al fatto che 10 euro per fare 900 prezzo mi sembrano assurdi. La prossima volta andrò a piedi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci euro per 900 metri di corsa in taxi: "Costo assurdo, la prossima volta a piedi”

NapoliToday è in caricamento