menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Taxi

Taxi

Taxi low cost, gli autisti protestano: "Pochi sei euro per notte e festivi"

Il tassametro notturno parte dalla base di 5,50 euro. I sindacati: "Come si fa a portare qualcosa a casa con le nuove tariffe? Prendiamo tempo, l'amministrazione ci deve venire incontro"

AGGIORNAMENTO DELLE 15,42: Da domani, 16 febbraio, entreranno in vigore le nuove tariffe predeterminate dei taxi. L'iniziativa "Taxi per tutti", presentata la scorsa settimana dal sindaco de Magistris e dall'assessore alla Mobilità Anna Donati è frutto di un accordo sottoscritto dall'Amministrazione comunale con i rappresentanti dei conducenti delle auto pubbliche nell'ambito della "Commissione Consultiva per il trasporto pubblico non di linea" il 5 dicembre 2011. La firma dell'accordo è arrivata dopo lunghe trattative e verifiche effettuate con i rappresentanti dei taxisti per disegnare le due aree a contorno della ZTL del Centro Antico, dove saranno applicate le tariffe a 6 e 8 euro, valide H24, 7 giorni su 7, festivi compresi, così come previsto per le precedenti tariffe predeterminate e in conformità alle norme e ai regolamenti regionali e comunali in vigore. In un incontro avuto ieri presso l'assessorato alla Mobilità, l'assessore Donati ha ascoltato le preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali dei taxisti sulla scarsa remunerazione delle nuove tariffe predeterminate. L'assessore ha ribadito che l'iniziativa "Taxi per tutti" ha l'obiettivo di incrementare l'attività lavorativa dei conducenti delle auto pubbliche, rispondendo alle richieste avanzate in questo senso dalle stesse rappresentanze dei taxisti e dagli utenti. Si è concordato, invece, sulla necessità di contrastare l'abusivismo e su un più accurato controllo delle corsie preferenziali, entrambi obiettivi di interesse comune. L'iniziativa "Taxi per tutti", è anche l'occasione per diffondere la conoscenza delle tariffe predeterminate già esistenti di cui in tanti, non solo i turisti, non hanno esatta cognizione. A questo scopo sulle vetture saranno esposti nuovi tariffari, con una grafica più leggibile e con ben evidenziate le tariffe predeterminate. Sarà disponibile anche la versione in inglese. Una mappa esplicativa, posta sul retro del tariffario, faciliterà l'immediata comprensione delle aree o delle località da e per le quali sarà possibile richiedere l'applicazione di una tariffa prefissata. Il cliente dovrà richiedere l'applicazione di queste tariffe al conducente del taxi prima dell'inizio della corsa. Sempre prima della partenza al cliente dovrà essere rilasciata dal conducente dell'auto pubblica una ricevuta con l'ammontare previsto e non dovrà essere avviato il tassametro. Insomma, prima di partire il cliente sarà sicuro della spesa. Si ricorda, ancora, che nell'importo predeterminato sono compresi tutti gli eventuali supplementi che vengono applicati per una corsa con tassametro acceso, ad esempio: supplemento per ogni bagaglio, supplemento festivo, supplemento notturno.

----------------------------

L'incontro delle ultime ore tra i rappresentanti sindacali dei tassisti e l'assessore ai Trasporti Anna Donati non ha risolto la questione. Il tanto annunciato taxi low cost per la Ztl - tariffa fissa a soli 6 e 8 euro - ha troppi aspetti ancora da chiarire e definire.

La querelle principale, come si legge su Il Mattino, riguarda le 24 ore. Ovvero tariffa predeterminata da e per il centro storico di giorno e di notte festivi compresi. Di notte - hanno fatto notare i sindacati - non va. Se il festivo e il notturno hanno un tassametro che parte, già da tempo, da 5,50. Con una corsa fissata a 6 euro come si fa a portare qualcosa a casa?

Possibile, ci si chiede, che a 24 ore dalla partenza delle nuove tariffe siano emerse le criticità? L'ultimo incontro non è stato semplice. Una riunione durata quasi due ore nella quale sono emerse le criticità e le posizioni contrapposte. L'assessore ha fatto notare alla categoria come la misura lanciata abbia l'obiettivo di incrementare il lavoro dei tassisti. Dall'altra parte è stato ribadito che nessuno ha mai parlato di h24 e che comunque se la Ztl va dalle 7 alle 18, le tariffe predeterminate devono valere solo ed esclusivamente per quello spazio orario.

Il risultato? Non si sa se il servizio parte e soprattutto quando entrerà in vigore. Come ha spiegato Raffaele Persico di Unimpresa taxi: "Ci siamo presi una pausa di riflessione, noi abbiamo tutta l'intenzione di collaborare con l'amministrazione ma in qualche maniera ci dovrebbero venire anche un pochino incontro, la rigidità da entrambe le parti non porta a nulla. Le nostre richieste sono semplici: vogliamo severi controlli sulla viabilità nell'area e il contrasto ai tassisti abusivi, una vera e propria piaga per noi e ovviamente la predeterminata con esclusione di festivi e notturni". Il verdetto, a quanto pare, arriverà questa sera.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento