Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Tassisti contro gli abusivi: "Un pericolo per noi e per gli utenti"

 

Due liti in pochi giorni, una con epilogo in ospedale. Animi esacerbati tra tassisti ufficiali e abusivi a Napoli. Riesplode la protesta dei titolari di licenza dopo che, nei primi giorni di agosto, si sono verificati due scontri con chi trasporta passeggeri in maniera illecita. 

Entrambi gli scontri sono avvenuti all'esterno dell'aeroporto di Capodichino. Il 2 agosto scorso, un tassista ha inveito contro un abusivo che stava "adescando" i turisti. L'altro non l'ha presa bene e ha reagito con violenza, mandando l'aversario in ospedale con un labbro spaccato e dita fratturate, con tanto di operazione chirurgica.

Il giorno dopo una scena simile è stata ripresa con un cellulare. Fortunatamente, il tassista e l'abusivo non sono arrivati alle mani. "Era inevitabile che prima o poi si verificassero scontri - afferma Rosario Gallucci del sindacato Orsa Taxi - Da anni segnaliamo alle autorità competenti il proliferare di abusivi che con mezzi di ogni tipo adescano turisti e cittadini. Da Comune e polizia municipale non abbiamo ricevuto alcuna risposta. I turisti sono inconsapevoli e vittima di questo sistema, mentre una parte dei napoletani possiamo definirli complici perché partecipano a chat Whatsapp in cui questi finti tassisti offrono i loro servizi". 

Una deriva che non crea solo problemi di lavoro alla categoria, ma anche rischi per gli utenti: "Il primo rischio - prosegue Gallucci - è che non si ha alcuna idea di chi sia la persona che sta guidando la vettura, potrebbe essere anche un malintenzionato. Inoltre, molte delle automobili con cui viene effettuato questo servizio illecito sono prive di assicurazioni, quindi in caso di incidente il passeggero non avrà diritto ad alcun risarcimento". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento