menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa sui rifiuti con truffa, perquisizioni nel Comune di Napoli

L'accusa: la società concessionaria nella riscossione dei tributi per conto del Comune partenopeo e non solo avrebbe trattenuto i proventi per 10 anni. Indagate 5 persone: tra questi ci sarebbe un alto dirigente

Guardia di Finanza a lavoro in queste ore con una serie di perquisizioni, anche negli uffici del Comune partenopeo, nell’ambito di un’inchiesta della procura del capoluogo lombardo su un peculato da 50 milioni di euro relativo a una società che avrebbe dovuto riscuotere le tasse sui rifiuti, ma si sarebbe intascata i proventi.

L'inchiesta ha attualmente portato all’esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare. Tra gli indagati ci sarebbe anche un alto dirigente del Comune di Napoli.

L'accusa: la società concessionaria nella riscossione dei tributi per conto del Comune di Napoli e anche di altri Comuni avrebbe trattenuto i proventi per 10 anni.


Nell’inchiesta viene contestato anche il reato di bancarotta fraudolenta per un buco da 18 milioni di euro per distrazione dei fondi. Per questo motivo l'inchiesta è affidata alla procura di Milano poiché la società ha sede lì e il reato più grave, quello di bancarotta, attrae il reato di peculato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Presunta depressione da Covid: Rita muore a 27 anni

  • Cronaca

    Falsi incidenti stradali per truffare l'assicurazione: in sette nei guai

  • Cronaca

    Maxi sequestro di alimenti: sospesa un'attività commerciale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento