Camorra, Taglialatela assolto anche in appello

Era accusato di essere un prestanome del clan Mallardo

E' stato assolto dalla seconda sezione della Corte di Appello di Napoli l'ex portiere del Napoli, Pino Taglialatela, dall'accusa di essere un prestanome di un esponente del clan Mallardo. 

L'ex portiere del Napoli era già stato scagionato dall'accusa mossa dalla DDA di intestazione fittizia di alcuni autoveicoli e di associazione di stampo mafioso.

Oggi i giudici di secondo grado, che si sono pronunciati sul ricorso della Procura Antimafia, hanno messo fine alla vicenda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'assoluzione ha messo la parola fine a una brutta vicenda che ha prodotto forti ripercussioni sulla sua vita, anche in quella lavorativa", spiega l'avvocato dell'ex portiere azzurro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento