Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

In ginocchio il settore spettacolo: a rischio teatri, cinema e concerti

Il presidente dell'Associazione generale Spettacolo campana Grispello: "I tagli della Regione comporteranno la chiusura di sale e luoghi di spettacolo e il blocco delle attività di produzione teatrale e musicale"

L'Agis denuncia: i tagli alle risorse effettuati dalla Regione Campania mettono in ginocchio il settore dello spettacolo.

"I drastici e inattesi tagli operati dalla Regione Campania alla Legge 6/2007 sul sostegno all'attività degli organismi di spettacolo, che si aggiungono a quelli già operati a livello nazionale sulle risorse del FUS e del Tax credit, rendono disastrosa la situazione di moltissime aziende del settore compromettendone in maniera determinante ed irreversibile il prosieguo delle attività". Lo afferma il presidente dell' Agis (Associazione generale Spettacolo) della Campania, Luigi Grispello. "I tagli - aggiunge Grispello - comporteranno la chiusura di numerose sale e luoghi di spettacolo e il blocco delle attività di produzione teatrale e musicale".

L' Agis, annunciando una conferenza stampa per domani a Napoli, chiede un incontro urgente con il Presidente della Giunta regionale Caldoro, "nella sua qualità di titolare dello Spettacolo", per ottenere "attraverso un'apposita variazione di bilancio", il reintegro delle risorse tagliate a un settore potenzialmente straordinario volano di sviluppo". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In ginocchio il settore spettacolo: a rischio teatri, cinema e concerti

NapoliToday è in caricamento