Tabaccaio morto, la comunità nigeriana: "Ricorderemo per sempre il suo sorriso"

Ulderico Esposito è morto dopo aver subito un'aggressione da un richiedente asilo nigeriano

Mugnano è in lutto per la morte di Ulderico Esposito, il tabaccaio 52enne che lo scorso 9 giugno era stato aggredito all'interno della stazione della metropolitana di Chiaiano, dove lavorava, da un nigeriano richiedente asilo.

Le condizioni dell'uomo, ricoverato al Cardarelli, erano apparse fin da subito critiche. Il pugno infertogli dal richiedente asilo gli aveva creato ingenti danni, fino al tragico epilogo di ieri notte. Ai tanti messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia Esposito, si aggiunge, oggi, anche la lettera aperta di Omeliko Mike della comunità Nigeriani di Mugnano, che prende le distanze dal proprio connazionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lettera aperta

"A nome della comunità Nigeriani in Mugnano di Napoli, in comune di Napoli, in Campania e in tutta l’Italia chiedo scusa alla famiglia di Ulderico Esposito anche al defunto Ulderico. Ulderico Esposito. Un cordialissimo giornalaio della stazione di Chiaiano di Napoli ha perso la vita per mano di un 32enne presunto Nigeriano in una colluttazione. Oggi vorrei associarmi alla famiglia a condividere il loro dolore per la perdita di Ulderico Esposito: un marito, un padre a un amico di sociale. Di certo il lotto della famiglia è un lotto di tutti noi. Il Sig. Ulderico Esposito nel corso nella mia vita da studente mi servì pure i biglietti del metro a volte le riveste informatiche, quando ci passò per comprarmeli. Il suo sorriso sempre stampato in faccia mi è rimasto. Io e con i miei connazionali siamo uniti alla famiglia per condannare ogni forma di violenza che sta decimando la nostra società sociale e civile. La violenza non ha colore o nazione e saremo a denunciare sempre senza condizionale ogni forma di violenza. Chi la promuove o la mette in atto verrà perseguito senza nessun sostegno del pubblico. Consapevole, del dolore della famiglia e di non avere le giuste parole per confortarla prego al nostro Signore affinchè la famiglia il grande cuore per supportare la perdita di Ulderico Esposito", scrive Omeliko Mike.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nome della presunta amante di Stefano De Martino dato in pasto ai media: "Questa ragazza è disperata"

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Addio a Mario Savino: era stato l'impresario anche di Gigi D'Alessio e Gigi Finizio

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

Torna su
NapoliToday è in caricamento