rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Ischia

Sversamenti illeciti in mare e discariche abusive: sequestrate due aziende a Ischia

Le ditte sversavano i reflui della produzione del calcestruzzo e quelli oleosi derivanti dall'attività di riparazione di autoveicoli nell'alveo Cava Nocelle

Sono state sequestrate a Ischia due aziende e l'area sulle quali sorgono le loro sedi, in seguito all'operazione condotta sulla strada statale 270, alla variante Casabona a Barano, dalla Guardia costiera e dal Corpo forestale dello Stato, su mandato della procura di Napoli.

Sigilli a una società a responsabilità limitata addetta alla produzione e commercializzazione di calcestruzzo e a una ditta individuale di riparazione autoveicoli. I reati sono quelli di scarico di reflui industriali al suolo in assenza di autorizzazione, realizzazione di discarica nonché violazione della normativa paesaggistica ed edilizia, in particolare costruzione edilizia abusiva in zona sottoposta a vincolo.

Il procuratore aggiunto Nunzio Fragliasso sottolinea che le ditte sversavano i reflui della produzione del calcestruzzo e quelli oleosi derivanti dall'attività di riparazione di autoveicoli nell'alveo Cava Nocelle nel quale confluisce un canale di raccolta delle acque piovane del Comune di Barano che scende a valle verso il mare. All'interno dell'area sequestrata erano state realizzate una discarica abusiva, nella quale erano stoccati veicoli fuori uso, cassoni contenenti parti di veicoli, rottami metallici e pneumatici usati, e una piazzola di calcestruzzo di cemento armato di 500 metri quadrati con relativa rampa di accesso in assenza del permesso di costruire.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamenti illeciti in mare e discariche abusive: sequestrate due aziende a Ischia

NapoliToday è in caricamento