Supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta in tutta la Campania

Ordinanza di De Luca. Restano aperte solo farmacie e distributori di carburante

 Vincenzo De Luca ha disposto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Nelle giornate di domenica e lunedì (Pasqua e Lunedì in Albis) resteranno chiuse tutte le attività commerciali compresi i supermercati e le rivendite di generi alimentari (anche nei centri commerciali) con esclusione delle farmacie e dei distributori di carburante.

Nell'ordinanza la Regione spiega anche che l'Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) ravvisa che “nell’imminenza delle festività di Pasqua e Pasquetta, potrebbero verificarsi impropri e anomali spostamenti di persone nonostante si sia ancora nel pieno della pandemia da coronavirus e sia stata più volte ribadita l’importanza della permanenza domiciliare e del distanziamento sociale. Per questo motivo, al fine di assicurare omogeneità di comportamenti sui territori, ANCI Campania le chiede di valutare la possibilità di adottare, con propria ordinanza, e per i giorni del 12 e 13 Aprile, misure che assicurino il divieto di aggregazioni contrastanti con il principio di contenimento sociale, scongiurando in questo modo possibili occasioni di contatto, ordinando, pertanto, la chiusura nei giorni di Pasqua e Pasquetta, di tutte le attività commerciali sul territorio regionale ad eccezione di farmacie, parafarmacie, distributori di benzina ed edicole. Nel contempo si consiglia, sempre nei predetti giorni di 12 e 13 aprile, di ridurre il numero di corse del servizio di trasporto pubblico a quelle ritenute strettamente necessarie per garantire un servizio minimo essenziale alla cittadinanza”.

Code per la spesa di Pasqua a Napoli e provincia

"Ritengo doveroso lanciare un grido d'allarme per le tante, troppe, persone che si vedono in giro per la città in questi ultimi giorni - spiega il consigliere comunale Nino Simeone - Sicuramente la stragrande maggioranza dei napoletani sono a casa e stanno rispettando le prescrizioni in materia di Covid-19. Il problema si pone però per quelle persone che sono invece per strada e che pur rispettando le regole, inevitabilmente finiscono per assembrarsi nelle enormi file che si stanno creando in prossimità dei supermercati, soprattutto in questi giorni che ci avvicinano alla Santa Pasqua".

"Rafforzati i controlli per chi rientra da fuori regione"

Al fine di evitare i possibili pericoli derivanti dal rientro in massa di campani residenti nel nord Italia per le festività pasquali, De Luca ha trasmesso una nota agli enti e alle autorità locali. "Si ricorda è che vietato qualsiasi spostamento non motivato dall'autocertificazione e si invitano le forze dell'ordine a rafforzare i controlli per il rispetto delle ordinanze con particolare riferimento alle disposizioni previste per chi rientra da fuori regione. In particolare presso caselli autostradali, aeroporti, stazioni ferroviarie, applicando in caso di trasgressioni le sanzioni statali da 400 a tremila euro, oltre alle misure previste dall'art 4 decreto legge n.19/20 e le misure sanitarie previste, tra le quali l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni presso il proprio domicilio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In arrivo altri 100 militari a Napoli

Il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha concordato con il ministro della Difesa Lorenzo Guerini l'invio immediato, già nella giornata di oggi, di ulteriori 100 militari in Campania per le specifiche esigenze dell'area metropolitana di Napoli. Lo fa sapere la Prefettura di Napoli. La richiesta del contingente era stata formulata dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica lo scorso 30 marzo. Il contingente integrerà il dispositivo delle forze armate già operativo sul territorio, per il concorso con le forze di polizia nell'espletamento di compiti connessi al contenimento della diffusione del Covid-19.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento