menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tiziana Cantone

Tiziana Cantone

Suicidio Tiziana Cantone, la madre accusa il suo ex: "L'aveva plagiata"

Pesanti accuse dalla donna: "Anche se in quella cantina dove si è tolta la vita Tiziana era da sola, moralmente, a tirarle il cappio intorno al collo sono stati l'ex fidanzato e quelli che ne hanno approfittato"

"È stata plagiata dal suo ex fidanzato": sono parole della madre di Tiziana Cantone, la 31enne che si è tolta la vita a Mugnano martedì sera. La donna difende la memoria di sua figlia, la cui vita è stata devastata dalla ribalta mediatica avuta da alcuni suoi video espliciti.

"Mia figlia era fragile – prosegue – Non aveva mai accettato di essere stata abbandonata dal padre. È per queste ragioni che quei ragazzi, in appena un anno, l'hanno condotta alla morte". L'accusa, all'ex fidanzato di Tiziana, è durissima: "Anche se in quella cantina dove si è tolta la vita Tiziana era da sola, moralmente, a tirarle il cappio intorno al collo sono stati l'ex fidanzato e quelli che ne hanno approfittato".

"LUI NON MI PIACEVA"- La madre della 31enne racconta l'abbandono da parte del padre, i suoi problemi con l'alcol quando aveva 20 anni, poi la convivenza con l'ex fidanzato. "Dopo poche settimane ho sentito dentro di me, come solo una madre può riuscire a sentire, che mia figlia era cambiata. Mi ponevo tante domande. Mi chiedevo perché avesse deciso di legarsi a quell'uomo che non mi piaceva".

I VIDEO - "Una notte Tiziana bussò a casa – racconta ancora la donna – Era ubriaca, sconvolta. Mi disse tra le lacrime che aveva litigato con il suo fidanzato. Mi raccontò che avevano fatto alcuni giochetti, e che tutto era stato ripreso. I video erano finiti in rete: subito erano diventati virali". Secondo la madre della Cantone, la giovane era stata costretta dal fidanzato a girare questi filmati con altri partner ed in più occasioni.

LA FINE DELLA RELAZIONE - "Decidemmo di rivolgerci alla magistratura. Anche perché sul web stava montando quell'onda lurida che non si è mai fermata". Avrebbero ottenuto la rimozione di ogni riferimento ai video su Internet. Nel frattempo, "Tiziana tentò per due volte il suicidio. La prima – va avanti sua madre – a dicembre del 2015. Ebbe una telefonata animata con il suo ex. Ingerì alcol e barbiturici, ma il 118 intervenne in tempo e lei si salvò". Poi qualche mese dopo, quando "tentò di lanciarsi nel vuoto dal balcone dell'abitazione del suo convivente". Ancora il fidanzato, col quale si trasferì in Emilia, fino a rompere la relazione e tornare a Mugnano dalla madre.

IL SUICIDIO - "Gli ultimi giorni – rivela la donna – sono stati tremendi. La questione delle spese legali (il tribunale aveva stabilito pagasse 4mila euro di spese legali, ndR) e dell'ingiustizia ricevuta, il suo nome in giro per tutto il web, la delusione per la qualità del rapporto con l'ex, la responsabilità di sostenere ancora altri processi, ancora altre gogne". "Lei voleva soltanto dimenticare", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Villa mozzafiato in vendita a Marechiaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento