rotate-mobile
Cronaca

Tiziana, sequestrati smartphone e pc dell'ex fidanzato

Proseguono le indagini sulla morte della 31enne Tiziana Cantone. Ascoltate circa 10 persone come testimoni informati sui fatti

Proseguono le indagini sulla morte di Tiziana Cantone, la 31enne che si è tolta la vita martedì scorso nell'appartamento della Madre a Mugnano. Gli inquirenti, che sulla vicenda hanno aperto un fascicolo per istigazione al suicidio, hanno sequestrato due computer ed una decina di smartphone.

Si tratta di strumenti informatici in gran parte appartenenti all'ex fidanzato della giovane, un imprenditore con il quale la Cantone aveva anche convissuto. I magistrati cercano mail, messaggi, foto e video che possano portare alla verità sui veri responsabili del suicidio di Tiziana.

L'uomo, secondo la madre della vittima, l'aveva "plagiata" e portata – insieme ad altri – sulla strada di quei video poi divenuti virali. La 31enne e il suo ex avevano però convissuto anche dopo la diffusione dei filmati, e lui le era stato accanto durante tutta la battaglia processuale.

Circa dieci persone sono state ascoltate come testimoni informati sui fatti, tra queste anche alcune amiche di Tiziana che hanno puntato il dito su un gruppo ristretto di persone che lei frequentava.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiziana, sequestrati smartphone e pc dell'ex fidanzato

NapoliToday è in caricamento