"Si è impiccato perchè licenziato": nuova tragedia del lavoro

Un operatore ecologico di 56 anni si è ucciso impiccandosi in un terreno limitrofo alla sua abitazione ad Ischia

Un operatore ecologico di 56 anni si è ucciso impiccandosi in un terreno limitrofo alla sua abitazione nel comune di Serrara Fontana ad Ischia. Per i suoi concittadini il gesto è da ricondursi all'assenza di lavoro ma il sindaco non è accordo e ritiene che i motivi siano altri.

Sono stati alcuni vicini a scoprire il suo corpo e a chiamare i carabinieri della stazione di Barano d'Ischia ''Si è impiccato perché licenziato", accusano all'unisono i compaesani di Mattera. L'operaio lavorava come operatore ecologico con contratto a tempo determinato per una srl, che ha sostituito una società finita in liquidazione. L'uomo è stato licenziato ed il suo contratto rescisso. ''Da un mese non veniva a lavorare, non abbiamo avuto più sue notizie, abbiamo chiesto i motivi per i quali non lo facesse, abbiamo quindi rescisso il contratto (che scadeva il 15 ottobre) e quando gli abbiamo mandato la lettera né si è fatto vedere né qualcun altro che perorasse la sua causa è intervenuto", afferma il responsabile tecnico della società, Giuseppe Di Meglio. ''Abbiamo sempre fatto un'opera sociale cercando di aiutare lui e la sua famiglia facendolo lavorare - aggiunge il sindaco di Serrara Fontana, Rosario Caruso - ma era una persona con disagi. Quando ho saputo che non si recava a lavorare l'ho convocato in Municipio e chiesto spiegazioni. Mi ha detto che 'non aveva la forza di lavorare' e gli ho risposto di presentare un certificato medico ma poi ho saputo che non l'ha fatto ed è scattato il licenziamento. Non mi sento di dare in alcun modo la colpa alla ditta che l'ha licenziato''. Di tutt'altra opinione l'ex vice sindaco Francesco Di Iorio che afferma: "Quando non aveva lavoro veniva tutti i giorni a chiedere un'occupazione, in modo assillante, e di questo si interessarono anche altre persone che perorano la sua causa.

Era una persona che aveva problemi - prosegue Di Iorio - ma era migliorato da quando aveva cominciato a lavorare come stagionale e dimostrava dedizione ed impegno. Sinceramente - conclude l'ex vice sindaco - mi sembra strano che non si sia presentato a lavorare negli ultimi 15-20 giorni e che non abbia tentato di essere riassunto come dicono altri". (Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento