Suicidio nel carcere di Poggioreale: Alfonso si è tolto la vita

Tragedia in carcere dove si piange una nuova vittima

"In qualità di Assessore alle Politiche Sociali ed al Lavoro del Comune di Napoli, esprimo la mia solidarietà alla famiglia di Alfonso, che si è tolto la vita la scorsa notte nel carcere di Poggioreale. Nonostante il lavoro che, assieme al Direttore dell'istituto, Carlo Berdini, ed al Garante dei detenuti comunale, Pietro Ioia, stiamo portando avanti per le persone prive di libertà, questo episodio dimostra come urga una riforma carceraria e l'individuazione di misure alternative alla detenzione in particolare per i casi più fragili ed esposti. Episodi del genere non dovrebbero mai accadere: il carcere deve rappresentare uno strumento detentivo di rieducazione, non il luogo in cui l'individuo è alienato. Come Amministrazione vogliamo contribuire alla salvaguardia dei diritti fondamentali delle persone incarcerate, garantendone la dignità ed eliminando ogni forma di marginalità sociale”.

E' la dichiarazione dell'Assessore alle Politiche Sociali e al Lavoro Monica Buonanno in merito al suicidio avvenuto nella scorsa notte nel carcere di Poggioreale. Il detenuto aveva problemi psichici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento