Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Suicidio bimbo, il padre: "Aveva una vita intensa e gioiosa"

"Tanti bambini non hanno avuto gli 11 anni di felicità come li ha avuti mio figlio"

 "Mi è stato chiesto: cos'è successo? Non lo so, fino alla cena con noi era felice. Posso dire che mio figlio era un puro come tutti i bambini. Oggi è tempo di piangere e disperarci, dopo sarà il momento di accettare l'imponderabile. Sono un uomo di fede. Per questo sono cosi. Lui è con me. Non posso abbracciarlo ma lui c'è. Oggi piangiamo, domani (ai figli) sorridete", le parole pronunciate dal padre dell'11enne che si è tolto la vita a Napoli durante i funerali celebrati nella Basilica di Santa Chiara. Il piccolo dormiva in stanza con la sorella quando si è alzato per andare in bagno quella terribile notte, senza poi fare più ritorno. Aveva spostato uno sgabello sul davanzale della finestra.

"La vita non si misura con la durata, ma con l'intensità. Ha avuto una vita intensa e gioiosa. Gli anni sono un luogo comune, tanti bambini non hanno avuto gli 11 anni di felicità come li ha avuti mio figlio e da uomo di fede dico che allora va bene così", ha spiegato il padre del bimbo durante l'omelia officiata in chiesa. 

Su caso indaga la Procura di Napoli, "che sta agendo con grande tatto", ha concluso il professionista di Chiaia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicidio bimbo, il padre: "Aveva una vita intensa e gioiosa"

NapoliToday è in caricamento