rotate-mobile
Cronaca Barra / Via Raffaele Testa

Barricato in casa a San Giovanni, aveva ucciso la moglie: si è tolto la vita anche lui

I corpi dell'uomo e della donna sono stati trovati dalle forze dell'ordine, che avevano fatto irruzione nell'appartamento al quarto piano di via Raffaele Testa dopo una trattativa durata diverse ore con il 55enne

Una tragedia. Un omicidio-suicidio, alla fine. Stamattina a San Giovanni a Teduccio, in via Raffaele Testa, si erano sentiti provenire da un appartamento numerosi colpi d'arma da fuoco.

All'interno - si sarebbe scoperto ore dopo - un 45enne aveva ucciso, pare soffocando, sua moglie per poi esplodere altri proiettili in strada, dal quarto piano in cui abitavano. Contro i passanti, contro le forze dell'ordine giunte sul posto.

Inutile il tentativo di negoziare. Polizia, municipale, carabinieri e vigili del fuoco si sono visti costretti a chiudere l'accesso all'arteria viaria, diventata pericolosissima visto quanto il protagonista della vicenda stava dando in escandescenze e continuava a sparare: è stata colpita da proiettili anche una volante della polizia, sebbene fortunatamente non si siano registrati feriti in strada.

Spari dal balcone a San Giovanni a Teduccio (foto Massimo Romano-NT)

Non è chiaro cosa abbia spinto gli agenti a fare irruzione nell'appartamento, pare da diversi minuti non avessero più notizie dell'uomo né sentissero rumori. Quando sono entrati in casa hanno trovato il corpo senza vita della donna, la 48enne Eva Kaminska, e accanto a lei il cadavere del marito. Il 55enne Pasquale Pinto, ex guardia giurata, si era tolto la vita.

Secondo le prime notizie raccolte pare che la coppia avesse tre figli, tutti ancora minorenni, e che due di questi fossero a scuola al momento della tragedia con un terzo in gita scolastica.


Video di Massimo Romano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barricato in casa a San Giovanni, aveva ucciso la moglie: si è tolto la vita anche lui

NapoliToday è in caricamento