Martedì, 26 Ottobre 2021

Fiaccolata sul ponte dei suicidi: "Fermiamo questa carneficina"

I residenti hanno sfilato sul ponte di San Rocco, teatro di decine di gesti estremi negli ultimi anni. I cittadini chiedono barriere più alte e maggiore presidio

"Sono aumentati negli ultimi tempi, sono per lo più ragazzi, vengono da tutte le zone della città". Nelle parole di Giovanna c'è un pezzo del dramma che periodicamente si vive sul Ponte di San Rosso, al confine tra i quartieri Miano e San Carlo all'Arena. Da alcuni anni a questa parte, questo ponte è stato scelto da decine di persone per mettere fine alla propria esistenza. Gli ultimi due sono avvenuti nel mese di settembre.

Dai residenti arriva il grido di dolore: "Fermiamo questa carneficina". Con l'aiuto della vicina parrocchia è stata organizzata una fiaccolata di sensibilizzazione, con un piccolo corteo. "Vogliamo che le istituzioni non chiudano gli occhi - prosegue Giovanna - Servono barriere più alte, servono controlli. Ma serve anche che si indaghi sulla crescita di questo disagio giovanile". 

Per il momento, sul Ponte sono comparse le barriere tipiche dei cantieri: "Se le hanno messe è solo grazie al vescovo Battaglia - afferma don Vitale, parroco della zona - ma devono essere provvisorie, non può bastare questo per mettere un freno a questi gesti dolorosi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Fiaccolata sul ponte dei suicidi: "Fermiamo questa carneficina"

NapoliToday è in caricamento