Stupro nella stazione Circum, il sindaco: "I mostri esistono ma finiscono in cella"

Il commento di Giorgio Zinno, primo cittadino di San Giorgio, al fermo dei tre presunti violentatori della 24enne stuprata ieri nella stazione della Circum. Oggi alle 20 fiaccolata di solidarietà alla ragazza

I rilievi della polizia, foto Ansa

"La bravura degli agenti coinvolti e la loro perseveranza durante tutta la notte hanno fatto sì che si arrivasse a trovare i probabili colpevoli e a effettuare il fermo di tre persone". È così che il sindaco di San Giorgio a Cremano, Giorgio Zinno, ha stamane commentato l'arresto dei tre presunti autori dello stupro di una 24enne, ieri sera, nella stazione della Circumvesuviana del posto.

"Ieri pomeriggio una ragazza è stata assalita e violentata nella Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano - ha scritto il primo cittadino sui social - Una notizia che ha creato sgomento e paura in tutti noi. Ho sentito subito il dirigente di Polizia di Stato Dott Pasquale Toscano che ha iniziato insieme agli uomini della Polizia di Stato locale una ricerca spasmodica dei criminali. Impossibile pensare che un crimine del genere avvenga nella nostra città, ancora più impensabile che nessuno veda. Grazie alla collaborazione immediata dell'Eav e del suo presidente Umberto de Gregorio , che ha collocato telecamere di sicurezza lungo tutti i percorsi della stazione avendo la responsabilità del luogo, la Polizia di Stato ha potuto verificare l'accaduto e iniziare la ricerca".

Il fermo dei tre sospettati è avvenuto in tempi particolarmente brevi.

L'arresto dei tre presunti violentatori

"È fondamentale sapere che la nostra città oggi si sveglia consapevole che i mostri esistono - ha aggiunto Zinno - ma che qui vengono immediatamente presi e buttati in cella". "La nostra città, come tutte, può essere colpita da balordi che agiscono contro l'essere umano, ma si sappia che qui non ci si ferma mai finché chi delinque non viene punito - aggiunge ancora - Un caldo e commosso grazie va a tutti gli uomini che nella notte hanno lavorato per darci un buon risveglio. Siamo ancora scossi dalla notizia, ma fiduciosi sempre più nella azione della Polizia di Stato sul nostro territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

De Gregorio: "Sconvolto dalle immagini"

Più tardi Zinno ha aggiunto un secondo post, annunciando una fiaccolata per la ragazza che ha subito la violenza.
"Ieri sera molti cittadini, sgomenti per quanto accaduto nella stazione della Circumvesuviana, si sono sentiti quasi smarriti, perché la nostra città non era mai stata toccata da episodi simili. L'amica Oriana Russo, da sempre impegnata nel mondo della cultura e dei diritti del nostro territorio, ha quindi lanciato una proposta". Appunto la fiaccolata: "Invito i cittadini, le forze politiche, le associazioni e tutti coloro che si sentono coinvolti e lo vogliono essere a raggiungere piazza Trieste e Trento stasera alle 20 - sono le parole del sindaco - senza simboli, senza bandiere. Non ci stringeremo attorno alla vittima di ieri, ma anche con tutte le vittime che ogni giorno subiscono le vessazioni da parte di coloro che si sentono forti, ma invece sono solo dei mostri. Ringrazio ancora la Polizia di Stato per il lavoro svolto per aver subito effettuato tre fermi: ora è necessario che la Giustizia faccia il suo corso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, arriva la nuova ordinanza regionale: coprifuoco e divieto di mobilità fra province

  • E' lockdown, De Luca: "Chiudo tutto già ora in Campania. Siamo a un passo dalla tragedia"

  • In duemila protestano sotto la sede della Regione e violano il coprifuoco: scontri con le forze dell'ordine

  • Nuova ordinanza di De Luca: confermato il coprifuoco e stop all'asporto

  • Mascherine chirurgiche Made in Italy e KN95: ecco dove acquistarle scontate

  • L'avventura di Ciro Di Maio: "Mio padre ha lasciato il clan, ora io sono un imprenditore di successo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NapoliToday è in caricamento