Stupro nell'hotel di Meta: in aula la figlia della vittima

La giovane ha testimoniato nel processo contro i cinque dipendenti dell'albergo imputati a Torre Annunziata

Ha testimoniato in aula raccontando la notte che ha cambiato la vita della madre e della sua famiglia. È stata ascoltata la figlia della vittima dello stupro di gruppo nell'hotel di Meta di Sorrento, datato 6 ottobre 2016. La giovane ha deposto nell'aula Giancarlo Siani del tribunale di Torre Annunziata dove si sta svolgendo il processo a carico dei cinque giovani impiegati dell'albergo accusati di violenza sessuale ai danni di una 50enne inglese. La giovane figlia della vittima era con lei nel momento in cui le venne somministrata la droga dello stupro in un bicchiere ma sfortunatamente poi si recò in stanza lasciando sola la madre.

Mai avrebbe immaginato che la madre sarebbe finita nella trappola tesa dai dipendenti dell'albergo che, secondo la procura e la denuncia della vittima, hanno abusato di lei nella stanza del personale dell'albergo. La testimone è arrivata in Italia con un volo da Londra e ha raggiunto il tribunale oplontino con un'interprete che l'ha assistita durante la testimonianza. Di fatto ha confermato la versione fornita agli investigatori aggiungendo un altro tassello a una vicenda che continua a sconvolgere la cittadinanza a più di due anni di distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento