Stupro in albergo a Meta, in aula gli amici degli imputati: “Ci hanno fatto vedere le foto”

Ascoltato anche il pianista dell'albergo. La difesa punta sul rapporto consenziente

Potrebbero avere una duplice interpretazione le testimonianze rese da alcuni amici dei cinque imputati per lo stupro di una turista inglese avvenuto in un albergo di Meta di Sorrento. In tre sono comparsi ieri dinanzi ai giudici del tribunale di Torre Annunziata che stanno valutando il caso. Tutti hanno fornito elementi che confermano che sia avvenuto il rapporto sessuale di gruppo c'è, però, da stabilire se in maniera consenziente o meno.

Le testimonianze 

Il primo testimone ha raccontato come uno dei presunti autori della violenza gli avesse confidato di aver fatto sesso di gruppo con un'ospite dell'albergo, facendogli vedere anche delle foto della donna per vantarsi. Secondo il testimone però, a dire dell'amico, il rapporto sarebbe stato pienamente consenziente. Il secondo testimone, sempre amico di uno degli imputati, ha raccontato che anche a lui era stato confidato di aver avuto un rapporto sessuale con una turista straniera ma che lui non aveva dato peso al racconto perché riteneva fosse uno scherzo.

Le parole del pianista dell'albergo 

Ma la testimonianza più importante a livello processuale potrebbe essere quella del pianista che lavorava all'interno dell'albergo e anch'egli ascoltato in aula. Il musicista ha raccontato di aver notato la donna e la figlia al bancone del bar. Ha inoltre detto di averla vista sussurrare qualcosa all'orecchio di uno dei barman e poi continuare a bere. Secondo il suo modo di vedere, gli addetti dell'albergo si sarebbero comportati in maniera professionale con la donna. Nel corso dell'udienza di ieri è stata ascoltata anche il dirigente del commissariato di Sorrento, Donatella Grassi che ha condotto la perquisizione all'interno dell'albergo e delle case degli indagati non trovando però sostanze stupefacenti.

Il racconto della figlia della vittima 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

  • Sallusti ricorda Maradona: "Drogato, imbroglione, alcolista, sessista, evasore, comunista"

Torna su
NapoliToday è in caricamento