Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Da Scampia, una marcia per Gaetano. I ragazzi: "Non ci sentiamo al sicuro"

 

Riempire il grande slargo antistante la stazione di Scampia non è semplice. Ci sono riusciti i ragazzi dell'area Nord che stamattina si sono riuniti per una marcia di solidarietà verso Gaetano, ma anche di Arturo e di tutte le vittime di violenza. Quasi 3mila persone, tra studenti del Ferraris (l'ex scuola di Gaetano) e di altri istituti, docenti e società civile, hanno preso parte al corteo.

Non solo solidarietà perché i giovani di Chiaiano e Scampia chiedono di potersi sentire più sicuri. E sicuri non lo sono da tempo, temendo per la propria incolumità ogni volta che camminano per strada dopo che cala il sole. "Cento agenti in più? ce ne vorrebbero cinquecento" afferma un ragazzo. "Coprifuoco? non è giusto, ma forse è necessario" sostiene un altro.

Ma è opinione comune che il problema della violenza non si risolve con la militarizzazione. "Ci voglio investimenti nelle poltiche sociali e negli aiuti a scuole e docenti per poter migliorare l'educazione dalla base" il grido di giovani e insegnanti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento