rotate-mobile

Studenti interrompono il comizio del Pd: "Giuliano ucciso dalla 'buona scuola'" | VIDEO

Le proteste, a Portici, mentre era sul palco il ministro Roberto Speranza

Hanno interrotto Roberto Speranza, al comizio del Pd a Portici, mentre parlava di scuola. Un blitz, quello di decine e decine di studenti, per ricordare Giuliano De Seta, morto sei giorni fa a soli 18 anni schiacciato da una lastra di metallo mentre svolgeva uno stage scolastico in un'azienda.

Vittima dell'alternanza scuola-lavoro, vittime della "buona scuola" renziana da abolire, secondo i ragazzi che hanno interrotto il ministro della Salute. "Siamo l'unico partito in questa campagna elettorale che parla di scuola", ha spiegato Speranza.

Gli studenti ricordano Giuliano De Seta, ma anche Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci, morti in circostanze simili. Sono secondo loro vittime "dell’attuale sistema scolastico, basato su un rapporto istruzione-lavoro volto al profitto delle aziende e allo sfruttamento dei giovani".

"Per questo – spiegano in un comunicato Cs Unione degli Studenti–Link Napoli – abbiamo deciso come studenti di interrompere la campagna elettorale del Partito Democratico, ieri a Portici: nel momento esatto in cui abbiamo interrotto il comizio, l'ex ministro Speranza ci risponde che loro l'unica realtà partitica a parlare di scuola. Ma quale scuola? La scuola della precarietà, dello sfruttamento". "In un Paese che nel 2021 conta il dato drammatico di più di mille morti sul posto di lavoro e seicento nei primi sette mesi del 2022 – aggiungono ancora gli studenti – dove il precariato incalza e la dispersione scolastica cresce [..], il diritto al lavoro e allo studio sono rinnegati quotidianamente e con loro anche il principio per il quale sono i saperi a liberare le menti".

Gli studenti hanno previsto per il prossimo 18 novembrem a Napoli, una mobilitazione regionale contro "questo modello di scuola e di università".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Studenti interrompono il comizio del Pd: "Giuliano ucciso dalla 'buona scuola'" | VIDEO

NapoliToday è in caricamento