Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Nuovi problemi per Metro e Funicolare di Chiaia, de Magistris: "Ennesima 'malattia di massa'"

Le parole del sindaco: "Ormai non ci sono più dubbi, è in atto un attacco premeditato alla città"

De Magistris

Nuovi gravi problemi e disagi per il trasporto pubblico a Napoli nel primo pomeriggio di oggi. A partire dalle ore 14,00, infatti, la Funicolare di Chiaia ha sospeso il servizio per problemi tecnici. La Linea 1 della Metropolitana, invece, dalle ore 14,45 circola limitatamente alla tratta Piscinola-Dante.

Più volte negli ultimi giorni si sono registrati problemi sulla Linea 1 e per la Funicolare di Chaia. 

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, commentando la notizia sui social, non ha usato mezzi temini: "Ennesima 'malattia di massa' di 11 agenti di stazione della Metropolitana e di 3 capiservizio delle Funicolari. Ormai non ci sono più dubbi: da giorni, da settimane è in atto un attacco criminale e premeditato da parte di addetti al servizio Pubblico Anm ai danni dei napoletani e della città in un momento storico di grande sofferenza, di pandemia, e con la Galleria Vittoria chiusa. Tutto ciò ormai non è più sopportabile. Se non saranno interrotte queste attività criminali, il servizio pubblico non potrà più essere garantito e quindi per colpa di pochi lavoratori la città verrà messa in ginocchio". 

La nota di Anm

"Nell'arco di poche ore della tarda mattinata, Anm ha ricevuto comunicazione di malattia di 11 agenti di stazione della Linea 1 della Metropolitana, più una richiesta di urgente di legge 104. Tali assenze rendono impossibile presenziare tutte le stazioni. L’azienda si è attivata per assicurare la copertura dei turni necessari a garantire quanto meno il servizio sulla tratta Piscinola-Dante. Nel caso le comunicazioni di malattia dovessero aumentare, la Linea 1 sarà ulteriormente limitata a Vanvitelli. 

Sempre stamattina, Anm ha ricevuto comunicazione di malattia da parte di quattro capiservizio delle funicolari. Per tale motivo, nel pomeriggio di oggi, la funicolare di Chiaia resterà chiusa mentre domani, venerdì 2 ottobre, non sarà effettuato il turno mattinale a Mergellina e la Funicolare di Chiaia resterà chiusa per l’intera giornata. 

Anm fa presente che in caso di certificato di malattia, le visite fiscali svolte dall'Inps, in questo periodo di emergenza Covid-19 vengono effettuate in misura limitata e che i dipendenti percepiscono ugualmente lo stipendio. L'azienda, scusandosi preventivamente con i cittadini, ricorda che da mesi sta tenendo attivi tavoli di confronto sindacale per discutere le richieste del personale che si stanno sollevando da diverse famiglie professionali ed auspica che dietro queste improvvise assenze non si nascondano forme di rimostranza che dovrebbero eventualmente manifestarsi nelle forme costituzionalmente riconosciute per le rivendicazioni sindacali quali lo sciopero, che, a differenza della malattia, comporta una decurtazione dello stipendio". Così in una nota Anm Napoli. 

La replica dei sindacati

"Siamo rammaricati delle dichiarazioni inopportune con cui il sindaco di Napoli ha apostrofato alcuni lavoratori della società ANM. Parlare di attacco criminale, da parte degli addetti aziendali ai danni dei napoletani, è inaccettabile e frutto di analisi superficiale: ANM vive un periodo molto buio, i dipendenti percepiscono le difficoltà e l’incertezza aziendale si ripercuote sui servizi offerti all’utenza. La malattia di 11 operatori, tra Metropolitana e Funicolare, non può essere la causa del blocco dei servizi, ma rappressenta la manifesta incapacità aziendale a trovare soluzioni a problemi che da anni causano gravi disservizi che l’utenza ed i lavoratori subiscono". Così in una nota Fit Cisl Campania.

La Fit Cisl Campania ribadisce la necessità di "dialogare e trovare le soluzioni possibili che sicuramente possono risollevare l’immagine aziendale compromessa da anni di gestione perlomeno discutibile" ma chiede se il sindaco conosca "la condizione dei reparti aziendali in cui non si è avuto un adeguato sostituzione del personale, con una drastica riduzione negli ultimi anni; conosca l’età media del parco veicoli aziendale (treni e bus) e le condizioni precarie di molti impianti". Per il sindacato "manca una seria programmazione per gli investimenti e la gestione della atavica carenza di personale: il sindaco verifichi le reali responsabilità senza trovare alibi che infangano la dignità delle migliaia di lavoratori della società che, con passione ed abnegazione, lavorano con strumenti spesso inadatti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi problemi per Metro e Funicolare di Chiaia, de Magistris: "Ennesima 'malattia di massa'"

NapoliToday è in caricamento