rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Bagnoli / Via Coroglio

Blitz della Rete Stop Biocidio alla "Fonderia delle Idee": "No agli inceneritori"

"Sulle questioni ambientali si giocherà una partita importante in vista delle elezioni regionali". Gli attivisti contestano, in particolare, le ipotesi di costruzione di discariche e inceneritori

Gli attivisti della Rete "Stop Biocidio", ieri mattina, hanno invaso il tavolo ambiente della "Fonderia delle idee" (meeting dei giovani del Partito Democratico a Città della Scienza) per protestare contro le prese di posizione dei democratici sulle politiche ambientali.  

"Dal sostegno agli inceneritori in Campania (come dichiarato da diversi dirigenti del partito) fino all'insulso immobilismo del governo Renzi sul tema del biocidio nella terra dei fuochi, i provvedimenti presi dal governo non hanno in alcun modo affrontato le questioni dell'inquinamento del territorio campano poste dai comitati che a diverse ondate sono scese in piazza nell'ultimo anno" spiegano gli attivisti.

La Rete Stop Biocidio (che nel pomeriggio ha preso anche parte alla mobilitazione anti-inceneritore a Salerno) contesta, in modo particolare, le prese di posizione del partito sulla costruzione degli impianti di incenerimento in Campania.

"Proprio sulle questioni ambientali si giocherà una partita importante in vista delle elezioni regionali - spiegano ancora gli attivisti -. Chiunque nel centro sinistra si candidi a governare la Campania e non fornisce risposte credibili su questi temi, o peggio già sconfitte dalla piazza come le ipotesi di costruzione di discariche ed inceneritori, ha fatto i conti senza l'oste".

Alla contestazione hanno preso parte anche attivisti dei centri sociali che il prossimo due ottobre saranno in piazza a Napoli contro il vertice della Bce che si terrà nella Reggia di Capodimonte.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz della Rete Stop Biocidio alla "Fonderia delle Idee": "No agli inceneritori"

NapoliToday è in caricamento