menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Stop Biocidio” occupa la sede della Novartis

Gli attivisti si sono dati appuntamento a Torre Annunziata per protestare contro la messa in commercio di un farmaco anti-tumorale da 400mila euro

Oggi gli attivisti della Rete Stop Biocidio hanno occupato simbolicamente l'ingresso della sede campana della Novartis, a Torre Annunziata. La grande multinazionale farmaceutica nota per aver messo a punto recentemente un farmaco sperimentale per la leucemia, efficace soprattutto sui malati più giovani. Il costo è del valore di 400mila euro e questo ha scatenato le proteste degli attivisti napoletani.

 «Un vero e proprio farmaco per ricchi. Per questo oggi siamo qui, insieme alle mamme che lottano per avere giustizia dopo aver visto i propri figli morire di cancro, per dire che, soprattutto nella regione delle neoplasie indotte dall'inquinamento, pensare che ci voglia mezzo milione di euro per curarsi è una cosa indegna. Le case farmaceutiche e i loro profitti sono meno importanti della nostra sopravvivenza» questo il commento di Enzo Tosti attivista della rete.

Gli attivisti, circa una trenita, hanno esposto alcuni striscioni all'ingresso della sede della Novartis con su scritto : «Le nostre vite valgono più dei vostri soldi». I manifestanti hanno accesso delle torce fumogene e fatto delle scritte sui muri esterni alla sede della multinazionale farmaceutica coprendo inoltre l'insegna principale con la scritta "Assassini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Attualità

La Fontana del Tritone torna a vivere dopo sei anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento