rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023

Spari a due passi dal liceo Umberto: paura a Chiaia

Durante la movida del sabato sera

Spari da uno scooter in corsa durante la movida del sera in via Vincenzo Cuoco, nel cuore di Chiaia, a poche centinaia di metri dal Liceo classico Umberto I. Paura tra i tanti giovanissimi che affollavano la strada. Nel video si odono nitidamente tre spari e si può notare il successivo fuggi fuggi generale.Tra le ipotesi quello di una stesa dimostrativa da parte di baby gang oppure una vendetta in seguito da una rissa avvenuta in precedenza.

"Siamo oltre il baratro"

Forte lo sdegno del mondo politico per l'accaduto, Borrelli (deputato dei Verdi): "Durante la movida a Chiaia intorno alle 2330 qualcuno avrebbe esploso dei colpi di pistola da uno scooter scatenando il panico. Sarebbero stati trovati tre bossoli nei pressi del Liceo Umberto I. Siamo oramai oltre il baratro".

“L’ultimo episodio di criminalità con tre colpi di pistola esplosi in aria da parte di una baby gang nel quartiere di Chiaia, impongono la massima attenzione delle istituzioni locali a rafforzare i presidi di sicurezza per abitanti e turisti. A tal riguardo raccogliamo e rilanciamo il grido di allarme dei residenti - finora inascoltato - che hanno chiesto al Comune e al prefetto di Napoli maggiore illuminazione nell’area e misure adeguate per garantire la vivibilità e la sicurezza. Stiamo parlando di una zona che nei fine settimana è frequentata da migliaia di giovani, e di visitatori che provengono da ogni parte d’Italia e del mondo, e che non può rimanere sguarnita. Il Governo di centrodestra è al lavoro già da tempo per la sicurezza a Napoli, ora il Comune faccia la sua parte per tutelare una delle aree nevralgiche della città, dal punto di vista dell’economia, del turismo e dell’immagine stessa della capitale del Mezzogiorno”. Lo afferma Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Spari a due passi dal liceo Umberto: paura a Chiaia

NapoliToday è in caricamento