Cronaca

Sms e notti intere al citofono: 40enne accusata di stalking

La donna, praticante avvocato di Afragola, ha perseguitato per otto anni il titolare dello studio dove faceva tirocinio. Per lei ora il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima

Stalking

Otto lunghi anni di inferno a causa di una 40enne di Afragola, praticante avvocato, che ha perseguitato il titolare dello studio dove faceva tirocinio. Lettere d'amore seguite da missive minacciose, telefonate ad ogni ora del giorno e della notte, visite continue ed inaspettate sul lavoro e a casa, seguite da manifestazioni di violenza su persone e suppellettili. E una notte, la donna al culmine di una crisi di gelosia, restò per sotto casa dell'uomo, tenendo per tutto il tempo il dito premuto sul pulsante del citofono.

La vittima, un avvocato 49enne che - stando alle sue dichiarazioni al pubblico ministero - non aveva mostrato interessi sentimentali nei confronti della sua persecutrice, ha sporto più volte denuncia. Ieri, l'epilogo.

Come racconta Marco Di Caterino del Mattino, gli agenti del commissariato di Afragola hanno eseguito un'ordinanza di applicazione di misure cautelare nei confronti della donna, per il reato di atti persecutori e violenza privata. Il giudice ha di fatto disposto per l'aspirante avvocatessa, il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima, in particolare quelli di residenza e di svolgimento della sua attività lavorativa e di quelli frequentati dai familiari della stesa vittima o a lui legati da relazione affettiva e amicale. In più il magistrato ha anche disposto il divieto assoluto per la donna, di comunicare con qualsiasi mezzo con la vittima, i suoi familiari e i sui amici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sms e notti intere al citofono: 40enne accusata di stalking

NapoliToday è in caricamento