Perseguita e sequestra l'amante: arrestato stalker a Ischia

In manette un 49enne con precedenti penali. Accecato dalla passione, non voleva accettare di essere stato lasciato. L'uomo coinvolto in una travagliata relazione extraconiugale era armato con un coltello e una pistola

Stalking

Accecato dalla passione e non volendo accettare di essere stato lasciato ha minacciato e sequestrato l'amante, armato di un coltello e di una pistola, risultata essere quella rubata all'interno del Comando di Polizia Municipale di Barano d'Ischia nel Marzo 2011. Una vicenda che è costata l'arresto con gravi accuse a carico di un 49enne coniugato, agricoltore, incensurato ma già noto alle forze dell'ordine.

Ieri sera, verso le 21,30 i carabinieri della compagnia di Ischia intenti in un posto di controllo in località Fango - Lacco Ameno - hanno notato sopraggiungere un'autovettura al cui interno c'era una donna che urlava e si dimenava. L'auto non si è fermata all'alt. I militari l'hanno inseguita riuscendo a bloccarla dopo poco ed a fermare il conducente, il quale, sferrando morsi e pugni ai carabinieri ha tentato di darsi alla fuga.

La donna, con cui l'uomo aveva una travagliata relazione extraconiugale, ha spiegato ai carabinieri che il suo ex compagno, poco prima, con il volto coperto, l'aveva sequestrata e costretta a salire sull'auto minacciandola prima con un coltello e poi con una pistola. Una perquisizione del veicolo ha consentito di rinvenire una beretta calibro 7,65, risultata essere la pistola rubata all'interno della stanza del Comandante della Polizia Municipale di Barano, nel marzo 2011; un coltello a serramanico con lama lunga 14 cm; una maschera in plastica raffigurante il volto dell'onorevole Romano Prodi; vari seghetti e coltelli, nonché berretti e occhiali per travisarsi.

Da successive perquisizioni domiciliari dell'uomo sono stati inoltre rinvenuti un fucile da caccia con matricola abrasa; una pistola lanciarazzi con matricola abrasa e 480 cartucce di vario calibro. L'uomo è stato arrestato dai carabinieri coordinati dal Capitano Melissa Sipala, con le accuse di sequestro di persona, porto illegale di arma da fuoco, ricettazione, violenza e resistenza a pubblico ufficiale ed atti persecutori. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento