rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Cronaca

Stabilimenti balneari a Napoli e provincia, tasse non pagate per 2,4 milioni di euro

La scoperta della guardia di finanza nell'operazione “blind bath”. Segnalati anche circa 27mila metro quadrati di superficie demaniale occupata abusivamente

I finanzieri della Stazione Navale di Napoli, nell’ambito di un’attività di tutela del demanio marittimo e del corretto pagamento dei tributi, hanno individuato 26 gestori di stabilimenti balneari che dal 2017 al 2021 non hanno provveduto al versamento delle previste tasse. Un mancato gettito - spiegano dalla guardia di finanza - per 2,4 milioni di euro.

Si tratta di stabilimenti che si trovano nei comuni di Napoli, Bacoli, Monte di Procida, Pozzuoli, Massa Lubrense, sotto osservazione dallo scorso maggio. I militari operanti hanno verificato la validità delle concessioni demaniali, accertando il regolare possesso delle autorizzazioni doganali e la regolarità dei titoli urbanistici necessari per il montaggio e lo smontaggio delle strutture amovibili a carattere stagionale.

A conclusione dell'operazione, le 26 società sono state segnalate agli enti locali e all’Agenzia delle entrate territorialmente competente perché possano riscuotere quanto gli è dovuto.

Inoltre, è stato segnalato alle amministrazioni competenti il mancato accatastamento di tutte le strutture ricettive e balneari insistenti in prossimità del demanio marittimo e fluviale, occupanti una superficie complessiva di circa 26.946,62 mq, con il relativo onere per l’accatastamento per sanzioni fissate in importi minimi da 268 euro a 1.032 euro e massimi da € 2.066 fino a € 8.624.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stabilimenti balneari a Napoli e provincia, tasse non pagate per 2,4 milioni di euro

NapoliToday è in caricamento