Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Spiagge naturiste sempre più frequentate: ecco dove prendere il sole nudi

Le testimonianze a NapoliToday: "Amo la Scogliera della Regina Giovanna di Sorrento, e poi raggiungere questo affascinante luogo è facilissimo". La disavventura capitata ad una coppia

Il “naturismo” sembra prendere sempre più piede anche nel napoletano come testimoniato dall’alta affluenza di “nudisti” che popolano le spiagge a loro dedicate. Presupponendo che esiste una differenza netta tra chi sposa il Naturismo espressione filosofica di una scelta di stretto contatto con la natura e dunque ben diversa da un mero nudismo di facciata o meglio di stagione, abbiamo raccolto i commenti da chi davvero frequenta le spiagge nudiste.

Tra i luoghi maggiormente frequentati e garantiti dagli amanti del nudismo a Napoli e provincia vi sono la Scogliera della Regina Giovanna a Capo di Sorrento, la spiaggia naturista in via Krupp a Capri, gli Scogli del Granatello a Portici, gli Scogli di Zaro e il Becco dell'aquila a Forio d’Ischia, le terme di Aphrodite a Santangelo, la Calata dei Trentaremi a Posillipo e le Rocce di Marechiaro.

“Amo molto la Scogliera della Regina Giovanna di Sorrento - ci ha raccontato Andrea, quarantenne impiegato e convinto nudista - raggiungere questo affascinante luogo è facilissimo, basta oltrepassare il lido La Solara e inerpicarsi su una scogliera dove si può fare naturismo in tutta tranquillità, soprattutto fuori stagione, quando i tessili, cioè coloro che indossano i costumi in spiaggia, non invadono il nostro territorio”.

Dello stesso avviso è Giada, avvocato trentenne: “Vado molto spesso nella spiaggia nudista di Sorrento e di Zaro a Forio, da sola o con il mio ragazzo e le trovo davvero incantevoli, ci sono stata sia a maggio che a giugno di quest'anno, c’erano in entrambi i casi poche persone ed è stato bellissimo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge naturiste sempre più frequentate: ecco dove prendere il sole nudi

NapoliToday è in caricamento