Via dei Tribunali, raffica di spari contro la pizzeria Di Matteo

Raid alle 3 del mattino contro la storica pizzeria. Nella stessa strada era stata esplosa una bomba carta contro Sorbillo poco più di un mese fa

Spari Di Matteo (Foto De Cristofaro)

Colpi d’arma da fuoco contro la storica pizzeria Di Matteo in via dei Tribunali. Intorno alle 3.00 del mattino di lunedì 25 febbraio, ignoti hanno esploso degli spari contro il locale, in quel momento chiuso.

Sono intervenuti i carabinieri della compagnia Napoli-Centro e del nucleo radiomobile che hanno riscontrato quattro fori nella serranda del locale e rinvenuto sul selciato 9 bossoli.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Di Matteo

"Non avevamo mai subito minacce. Siamo stati avvisati stamattina presto dai carabinieri. E' una sensazione strana, mai provata. E' rabbia mista a paura. Tutte le sere ci sono stese. Oggi è capitato a noi, domani potrà capitare ad altri. Vogliamo restare nella nostra città", afferma Salvatore Di Matteo, uno dei titolari della storica pizzeria, che ha 30 dipendenti. Edoardo Ammendola uno degli amministratori della Di Matteo snc: "Ci addolora vedere turisti che passano e vedono questo: manda all'aria il lavoro di anni, fatto anche per la città".

"NON LASCIO LA MIA CITTA'": LE PAROLE DI SALVATORE DI MATTEO

Stese

"Il centro storico di Napoli è in mano a bande criminali. Gli episodi ormai si verificano puntualmente di notte quando la presenza delle pattuglie per strada si riduce. Questa volta i proiettili hanno colpito la storica pizzeria Di Matteo di via Tribunali, ma è da tempo che ormai l'intero quartiere è preda di questi atti criminali. La camorra insomma ancora una volta sta sfidando lo Stato. Pretendo sicurezza per i miei concittadini. Non si può consentire di continuare a sparare per strada come in un far west". Così Giampiero Perrella, Presidente della IV Municipalità di Napoli. "Pochi giorni fa in via Maria Longo nella zona degli Incurabili -spiega Perrella-hanno sparato di notte contro le finestre delle abitazioni. Poteva scapparci qualche morto innocente. Mi auguro solo che l'attività investigativa, verso la quale nutro molta fiducia, porti al più presto i primi risultati. La Municipalità tuttavia chiede da subito telecamere e una presenza maggiore di pattuglie anche di notte". "Dove stanno -conclude Perrella- le politiche per la sicurezza nella nostra città promesse dal Ministro Salvini? Purtroppo la propaganda è come le bugie, ha le gambe corte. Ed è evidente ormai che il tema della lotta alla camorra e alle mafie è scomparso dall'agenda del Governo Lega - 5 Stelle".

IL POST SUI SOCIAL: "LE ISTITUZIONI PRENDANO POSIZIONE"

Sorbillo

Il mese scorso davanti alla pizzeria di Gino Sorbillo, sempre in via dei Tribunali, era statata esplosa una bomba carta che aveva causato danni al locale.

Furto pizzeria Brandi

E' di oggi la notizia dell'arresto dell'autore di un furto nella pizzeria Brandi (dove è stata inventata la pizza margherita), verificatosi nella notte tra il 4 e il 5 settembre dello scorso anno. I Carabinieri della Stazione Quartieri Spagnoli, infatti, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Napoli su richiesta della locale Procura, contro l'autore dell'atto criminoso.

Furto nella pizzeria Brandi: "Non c'è sicurezza"

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Possibile scambio Hysaj-Schick con la Roma?

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Temporeggiava sulla soglia del portone: in manette giovane spacciatrice

  • Morto durante il viaggio di nozze, la moglie: "Non inviate più soldi"

  • Dramma in vacanza a Mykonos, muore napoletano di 22 anni

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

Torna su
NapoliToday è in caricamento