Cronaca

Agguato a Ciro Moccia, spari contro il re della pasta di Gragnano

L'imprenditore era in auto col figlio quando è stato affiancato da un motorino dal quale sono stati esplosi diversi colpi. Ferito alle gambe, pare che le sue condizioni non siano preoccupanti. Il fratello: "Mai avuto avvertimenti, sembra uno sgarro"

Ciro Moccia

Il proprietario, insieme ai suoi fratelli, della Fabbrica della Pasta di Gragnano, è stato ferito nella tarda serata di ieri in un agguato.

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, Ciro Moccia era col figlio 19enne e tornava a casa quando due persone in moto gli hanno sparato ad una gamba, ferendolo. Trasportato in ospedale a Castellammare di Stabia dov'è stato operato, le sue condizioni non sembrano destare preoccupazione.

Tutto è avvenuto in pochi secondi. Il motorino degli aggressori si è affiancato all'auto di Moccia e sono stati esplosi numerosi proiettili. L'imprenditore è stato ferito a tibia e polpaccio. A terra la polizia ha trovato 12 bossoli.

"Non sappiamo darci una spiegazione dlel'accaduto – dice il fratello Antonino – di solito questi gesti avvengono dopo alcuni avvertimenti, ma noi non abbiamo avuto alcun segnale e nessuna richiesta. Sembra quasi uno sgarro. I due non volevano ucciderlo, hanno sparato basso".

Gli inquirenti non escludono al momento alcuna ipotesi.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Ciro Moccia, spari contro il re della pasta di Gragnano

NapoliToday è in caricamento