rotate-mobile
L'udienza / Sant'anastasia

Sparatoria a Sant'Anastasia: il minorenne va in carcere

Convalidato il fermo e disposta la custodia cautelare dal Gip ai danni del 17enne

È stato convalidato il fermo del 17enne che nella tarda serata dello scorso 23 maggio, assieme ad un 19enne, avrebbe esploso colpi d'arma da fuoco davanti ad una gelateria di Sant'Anastasia  dove una bambina di 10 anni è rimasta ferita gravemente, raggiunta da un proiettile mentre era con la sua famiglia a mangiare un gelato. Il 17enne, difeso dall'avvocato Antonio Sorbilli, ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere alle domande del Gip. Il magistrato ha disposto la custodia cautelare in carcere. 

 Il minore è indagato per i reati di tentato omicidio e porto illegale di arma in concorso. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il 17enne insieme al 19enne Emanuele Civita avrebbero esploso almeno dieci colpi di arma da fuoco in piazza Ammiraglio Carlo Cattaneo, utilizzando revolver e mitra. Oltre alla bimba, operata all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli e da ieri ritenuta fuori pericolo, sono stati feriti anche suo padre e sua madre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria a Sant'Anastasia: il minorenne va in carcere

NapoliToday è in caricamento