rotate-mobile
Cronaca Sant'anastasia

Sparatoria Sant'Anastasia, resta in carcere il 19enne

Convalidato il fermo. Intanto la bambina rimasta ferita e ricoverata al Santobono mostra lievissimi segni di miglioramento

Resta in carcere a Secondigliano il 19enne indagato per la sparatoria avvenuta la sera dello scorso 23 maggio a Sant'Anastasia che ha portato al ferimento di tre persone, tra cui una bambina di dieci anni. Il Gip di Nola Daniela Critelli ha disposto la convalida del fermo del giovane che, difeso dagli avvocati Fabio Marfella e Antonio Abete, si è avvalso della facoltà di non rispondere, così come il 17enne il cui fermo era stato già convalidato venerdì dal giudice dei minorenni.

La prossima settimana - riferisce il Tgr Rai Campania - potrebbe esserci l'udienza davanti al giudice del riesame e in quella sede potranno essere rese dichiarazioni spontanee da parte degli indagati.

Intanto la bambina, colpita da un frammento di ogiva alla testa e ricoverata in terapia intensiva in prognosi riservata all'ospedale Santobono di Napoli, ha effettuato nelle ultime ore una Tac di controllo: al momento ci sono lievissimi segni di miglioramento e si valuterà nelle prossime ore se estubarla o meno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria Sant'Anastasia, resta in carcere il 19enne

NapoliToday è in caricamento