rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Spari al Polo Nautico di Salerno: in manette due fratelli di Poggiomarino

I responsabili identificati e condotti in carcere. Tutto sarebbe partito da una lite in un locale

Spari al Polo Nautico di Salerno. A finire in manette, con l'accusa di porto illegale di armi e munizioni e danneggiamento aggravato, i presunti autori, due fratelli di Poggiomarino. Uno sarebbe un pregiudicato.

I due, che nella notte tra sabato e domenica erano in un locale, sarebbero stati protagonisti di una rissa che ha coinvolto anche altri avventori. Da quanto si è appreso, pare che uno dei due fratelli fosse stato derubato del portafoglio. Messi entrambi alla porta da alcuni addetti alla sicurezza, prima avrebbero infranto le vetrate d'ingresso con alcune pietre, poi messisi in auto si sarebbero diretti a Poggiomarino per armarsi di una pistola calibro 7.65 e poi tornare a Salerno ed esplodere i sei colpi d'arma da fuoco nelle vetrate del complesso alberghiero.

Per i carabinieri della compagnia di Salerno non è stato difficile ricostruire l'accaduto ed individuare i due responsabili per arrestarli. L'arma utilizzata non è stata invece ancora ritrovata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spari al Polo Nautico di Salerno: in manette due fratelli di Poggiomarino

NapoliToday è in caricamento